Advertisements
PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 9. Breaking News

L’avvocato Hubble e la presunta espansione dell’universo

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Il giornalista è stimolato dalla scadenza. Scrive peggio se ha tempo. (Karl Kraus)

di Leonardo Rubino. Secondo la cosmologia ufficiale e prevalente, l’Universo si sta espandendo; le galassie (e non tutte…) si allontanano l’una dall’altra e più sono lontane, più la loro velocità v è elevata ed il loro redshift z è alto. La legge secondo cui ciò avviene è la Legge di Hubble………….

Si dice che Hubble fu colui che scoprì l’espansione dell’Universo, nel 1929, anche se pare che lui stesso mai dichiarò questa cosa. Anzi, egli sosteneva che le nostre conoscenze sulla struttura cosmica diminuiscono rapidamente col crescere della distanza. L’impresa era quella di mettere in relazione lo spostamento verso il rosso con la distanza ed anche con la velocità, ottenendo così la relazione finale tra distanza e velocità. Ma determinare la distanza a partire da una luminosità significava muoversi su un terreno accidentato; come distinguere, infatti, una galassia debole e vicina da una molto luminosa, ma lontana? Succedeva dunque che quando le galassie avevano una luminosità troppo bassa, rispetto al loro redshift, allora diventavano nane.

Ma è vero che la Legge di Hubble (legge lineare) venne formulata basandosi solo su quarantotto spettri di galassie e tutte al di qua del vicino ammasso della Vergine? Come si potè annunciare l’espansione dell’Universo con così pochi dati? Beh, c’è chi sostiene che, in effetti, Hubble non annunciò mai ufficialmente l’espansione dell’Universo. Fu qualcun altro a farlo…..

Continua a leggere qui… L’avvocato Hubble e la presunta espansione dell’universo.

Fetured image, I “Pilastri della Creazione” nella Nebulosa dell’Aquila fotografati dal telescopio Hubble.

Advertisements

5 Comments on L’avvocato Hubble e la presunta espansione dell’universo

  1. Grazie Codice Sociale anche per esserti iscritto a Rosebud. Questo mi ricorda di dire continuate ad iscrivervi, tanto noi torniamo…. Non è una minaccia:)!

  2. … E se si scrivesse un noir? “Quarantotto spettri e una vergine”. Non sarebbe un bel titolo?
    Scherzavo e grazie del bellissimo articolo. Mi intendo poco di fisica e ancor meno di astronomia, ma leggo e scrivo di Fantascienza. Non è un controsenso; quando ho necessità di scriverne mi aggiorno. Tutto qui.

    Salvo

  3. A mio avviso i 48 spettri li trovi é la vergine che, di questi tempi, potrebbe crearti problemi. In genere però meglio muovere e lasciare altrove queste robe, in altri spazi virtuali (noir compresi, abbiamo già dato) e invece guardare appunto ai lavori tipo quello di Leonardo e agli altri numerosi che ci stanno mandando… soprattutto a livello di fisica quantistica. Altroche noir e nazionalpopolarismo…. ciao.

  4. Leonardo Rubino // 19 April 2013 at 08:14 //

    UNIVERSO IN ESPANSIONE …… fa acqua da tutte le parti:

    http://www.cartesio-episteme.net/ep8/universo-che-verra.pdf

    Ciao Rina.

    Leo.

  5. La cosmologia “occulta” della materia oscura e dell’energia oscura deve andare a casa, e alla svelta.

    Con un 95% e fischia di oggetti che non si vedono, questo loro Universo ha infatti più a che fare con l’occultismo che con la razionalità.

    MA COME SI FA A DAR FIDUCIA AD UN AMMINISTRATORE CHE È IN GRADO DI RENDER CONTO DI MENO DEL 5% DEL PATRIMONIO AMMINISTRATO, SENZA CONSIDERARLO POCO COMPETENTE?

    Mah, chi lo sa.

    Ciao.

    Leo.

Comments are closed.