Advertisements
CONTROCORRENTE. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

“E L’AMORE GUARDÒ IL TEMPO E RISE” di Luigi Pirandello

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

luigi_pirandello_1932

Pirandello nel 1936

L’amore guardò il tempo e rise,

perché sapeva di non averne bisogno.

Finse di morire per un giorno,

e di rifiorire alla sera,

senza leggi da rispettare.

Si addormentò in un angolo di cuore

per un tempo che non esisteva.

Fuggì senza allontanarsi,

ritornò senza essere partito,

il tempo moriva e lui restava.

Nota redazionale – Per la verità ho letto questa poesia sul bel blog SPOON RIVER, l’ho trovata bellissima e dunque impossibile da non riportare in un luogo virtuale che si occupa così tanto anche di Filosofia dell’anima…. Enjoy!! RB.

Advertisements
L’ultimo articolo pubblicato…

Ergo

È stato un periodo intensissimo che non è finito mai da gennaio a oggi, e la stanchezza, soprattutto mentale, si fa sentire, anche se nel mio caso comincio a pensare che [...]