LA BARBA DI DIOGENE, Dublin (EIRE) – 17 Years Online. Leggi l'ultimo pezzo pubblicato...

Sulle mazzette a Venezia. Lo sdegno di…

498px-Carlo_GoldoniCarlo Goldoni.

Giove collerico,
Trattieni i fulmini;
Armenti e pecore
Non spaventar.
Il cielo è torbido,
I venti fremono.
Cessate, o pecore,
Di pascolar.

(Coro di pastori e pastorelle da “I portentosi effetti di madre natura”)

Featured image, Carlo Goldoni.

3 Comments on Sulle mazzette a Venezia. Lo sdegno di…

  1. Daniela Manca // 5 June 2014 at 09:12 //

    È fosco l’aere,
    È l’onda muta!…
    Ed io sul tacito
    Veron seduta,
    In solitaria
    Malinconia,
    Ti guardo, e lagrimo,
    Venezia mia!

    Passa una gondola
    Della città:
    ― Ehi! della gondola
    Qual novità ?
    ― Il morbo infuria…
    Il pan ci manca…
    Sul ponte sventola
    Bandiera bianca! ―

  2. Daniela Manca // 6 June 2014 at 08:10 //

    Verrebbe da sospirare: Oh mia patria sì bella e fottuta…
    Ma io sono un’ottimista! 😉

  3. Daniela Manca // 6 June 2014 at 10:06 //

    Non riesco neanche a figurarmeli e neanche mi sforzo di riuscirci, perciò sono al riparo da qualunque tentazione. Sono stata forgiata da una solida cultura contadina.

Comments are closed.