Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Massimo Pittau – Dictionary of the Etruscan Language (Excerpt)

L’AFORISMA DEL GIORNO – DAILY QUOTE

“Meglio ripetere una verità già nota che cincischiarmi l'intelligenza con paradossi brillanti che fanno sorridere, ma non pensare.” (Antonio Gramsci)

I NOSTRI AFORISMI – OUR QUOTES

“Meglio ripetere una balla già detta che giocarmi la credibilità con discorsi coerenti che fanno pensare, ma non fanno likes” (Matteo Renzi via Rina Brundu)

Massimo Pittau

Rupenial «di Rupia», gentilizio femm. in genitivo, da confrontare con quelli lat. Rupius (RNG), nonché coi lat. rupes «rupe», rupina «pietraia» [la cui vulgata connessione con rumpere (DELL, DELI) mi sembra da respingersi] (Pe 1.1137).

Rupsai «*Rupsia», gentilizio femm. (Cr 2.131).

Rupstinas «di Rusteno», gentilizio masch. in genitivo, da confrontare con quello lat. Rustenus (RNG) (Vc 1.79).

Rurci probabilmente da leggere Rusci «Ruscio» (Cl 1.974).

Rus (AT 1.134) gentilizio masch. (se non è una abbreviazione), forse da confrontare col cognomen lat. Ros (RNG) (?).

Rusci «Ruscio», gentilizio masch., da confrontare con quelli lat. Ruscius (RNG), nonché col fitonimo lat. ruscum «rusco, pungitopo» (“mediterraneo” per il DEI) (Cl 1.1438, 1439). Vedi Rurci.

Rusina «Rusinio», gentilizio masch., da confrontare con quello lat. Rusinius (RNG) (Cl 1.123-127, 912, 2339). Vedi Rvsinas, Rutsnis.

Rusinal «di Rusinia», genitivo di Rusinei (Cl 1.118, 1337) (REE 64,4).

Rusinas «di Rusinio», genitivo di Rusina (Cl 1.120, 122, 2337, 2338).

Rusinei «Rusinia», femm. del gentilizio Rusina (Cl 1.115, 116, 117). Vedi Rutsnei.

Rustice «Rustic(i)o», gentilizio masch., da confrontare con quello lat. Rustic(i)us (RNG), nonché col lat. rusticus «rustico» (Cl 1.592).

Ruta probabilmente «Rutio», gentilizio masch. da confrontare con quello lat. Rutius (RNG), nonché col fitonimo lat. ruta «ruta» (di origine ignota; NPRA) (su vaso; Cr 0.46 – rec). Vedi Rutia.

Rutania «Rutenia», femm. di Rutanie(-s) (Cl 1.485, 486).

Rutanies «di Rutenio», gentilizio masch. in genitivo, da confrontare con quello lat. Rutenius (RNG) (REE 56,60).

Rutapis «Rodope» (una ninfa), dal greco Rhodõpis (su specchio; La S.5).

Rutelna «Rutileno», gentilizio masch., da confrontare con quello lat. Rutilenus (RNG) (Vs 1.45). Vedi Rutlni.

ruthcva (Ta 1.17, epitafio di Laris Pulenas) probabilmente «le ruote, i giri», i giri della dea solare Catha (al plur. articolato; LEGL 104), da confrontare coi lat. rota «ruota» e porta Ratumen(n)a «porta carraia» (indeur.; DELL, DELI) (TETC, TLE 131; TCL capo IV). Vedi Rathumsnas. Oppure da emendare ruthcva Cathas «i giri di Cata» in luthcva Cathas «i ludi di Cata», come compare nella riga seguente dell’iscrizione.

Rutia «Rutia», femm. del gentilizio Ruta (Cl 1.2340, 2341, 2342).

Rutias «di Rutia», genitivo di Rutia (Pe 1.168).

Rutile (su oinochoe; Ta 6.1 – 7:s) «Rutilo», cognomen masch. da confrontare con quello lat. Rutilus (RNG), nonché col lat. rutilus «rosso, rossiccio» (di spiegazione incerta; DELL) (TETC, TLE 155). Vedi acapri.

Rutlni «Rutileno», gentilizio masch., da confrontare con quello lat. Rutilenus (RNG) (Vt 1.148). Vedi Rutelna.

Rutlnis «di Rutileno», genitivo di Rutlni «Rutileno»; mi ma Velus Rutlnis Avlesla «io sono di Vel Rutileno, di quello (figlio) di Aulo» (su cippo; Vt 1.149 – 3:).

rutra vocabolo isolato e di significato ignoto (su vaso; Um 0.1 – 3/2).

Rutsnal «di Rusinia», genitivo di Rutsnei (Pe 1.1204).

Rutsnei «Rusinia», femm. del gentilizio Rutsni(-s) (Pe 1.677, 703, 704). Vedi Rusinei.

Rutsnis «di Rusinio», gentilizio masch. in genitivo, da confrontare con quello lat. Rusinius (RNG) (Pe 1.705, 706). Vedi Rvsinas, Rusina.

rutz (su parete di sepolcro; Ta 1.88 – 2:) «sarcofago, recipiente, ripostiglio, loculo»; Arnth Larisal rutz arce marunuc spurana ci tenu ril XXXIII «sarcofago (di) Arunte (figlio) di Laris, morì (essendo) stato tre (volte) marone urbano; di anni 33» (declinazione di gruppo; LEGL 83). Vedi ruz, rutzs, rutzss.

rutzs «sarcofago, recipiente, ripostiglio, loculo», vocabolo registrato soltanto a Tarquinia; forse da connettere con ruze e «porco, maiale» per la sua forma. (Ta 1.34 su sarcofago) (TLE 133, ThLE²) Palazus A Lr rutzs ril XXXXII / marunuχva cepen tenu zilaχnu «sarcofago di A(ulo) *Palasone (figlio) di Laris di età 42 / che fu sacerdote maronico (e) stato console (o pretore)» (TLE 133). Vedi rus, rutz, ruz. Cfr. capra «urna».

rutzss probabilmente «del sarcofago, recipiente, ripostiglio, loculo», genitivo di rutzs (Ta 8.1).

ruva (Vs 1.178, 179, 180) ricorre soltanto in queste iscrizioni e probabilmente significa «fratello» (TLE 232, 233, 234) (LEGL 86).

Ruvfe «Rufio», gentilizio masch., da confrontare con quello lat. Rufius (RNG) (AT 1.49). Vedi Rufe.

Ruvfes «(di) Rufio», gentilizio masch. in genitivo patronimico fossilizzato (LEGL 78) (AH 1.4).

Ruvfi «Rufia», femm. del gentilizio Ruvfe (AT 1.111).

Ruvfial «di Rufia», genitivo di Ruvfi (AT 1.108). Vedi Rufial.

Ruvfialc (Ruvfial-c) «e di Rufia», genitivo di Ruvfi (AT 1.107).

Ruvfies «di Rufio», genitivo di Ruvfe «Rufio»; Ruvfies acil «opera di Rufio» (marchio di fabbrica su vasi e su lucerna fittile; Ta 6.12; Vc 6.5, 6; AV 6.2). Vedi Rufies.

Ruvfni «Rufinia», gentilizio femm., da confrontare con quello masch. lat. Rufin(i)us (RNG) (Ta 1.216; AT 1.12). Vedi Raufnei.

Ruvries «di Rurio», gentilizio masch. in genitivo, da confrontare con quello lat. Rurius (RNG) (su vaso; Fa 3.2 – 7:3).

Ruvus «di *Ruvo», probabilmente cognomen masch. in genitivo; [–] Spurinas Ruvus C c «[–] Spurina *Ruvo f(iglio) di C(aio)» (su cippo; Cr 1.101 – rec).

Ruχu «Rucconio», gentilizio masch., da confrontare con quello lat. Rucconius (RNG) (Pe 1.1205).

ruz forse «sarcofago, recipiente, ripostiglio, loculo» (?) (Ta 8.2). Vedi rutz, rutzs, rutzss.

ruze probabilmente «porco, maiale», appellativo di natura onomatopeica, in subordine «rosa» (Liber IV 5, 18, VIII 13).

Ruzus «di Rusonio», gentilizio masch. in genitivo, da confrontare con quello lat. Rusonius (RNG) (su vaso; Vs 2.20).

Rvnsis «(di) *Runsio», gentilizio masch. in genitivo patronimico fossilizzato (LEGL 78) (Ta 1.140).

Rvs probabilmente abbreviazione di Rvsinas «di Rusinio»; Velia lavtnit[a] Rvs «Velia domestica di Rusinio» (su olla; Cl 1.2338 – rec).

Rvsinas «di Rusinio», variante grafica del gentilizio masch. Rusina, in genitivo (Cl 1.2337).

Extract from Massimo Pittau – Dictionary of the Etruscan Language, Digital Edition, Ipazia Books, Dublin, 2014

Read more on Amazon, click on the cover!

 

 

Advertisements

Lo disse… Nietzsche

Bisogna avere in sé il caos per partorire una stella che danzi. -- (---) -- Il mio tempo non è ancora venuto; alcuni nascono postumi.

Lo disse… OSHO

Non voglio seguaci, persone ubbidienti. Voglio amici intelligenti, compagni di viaggio.

Lo disse… NEWTON

Platone è il mio amico, Aristotele è il mio amico, ma il mio migliore amico è la verità.

Lo disse… Diogene il Cinico

(ad Alessandro che gli chiedeva cosa potesse fare per lui) “Sì, stai un po’ fuori dal mio sole”

Lo disse… Joseph Pulitzer

Presentalo brevemente così che possano leggerlo, chiaramente così che possano apprezzarlo, in maniera pittoresca che lo ricordino e soprattutto accuratamente, così che possano essere guidati dalla sua luce.

Attività editoriali per scrittori e autori

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: