LA BARBA DI DIOGENE, Dublin (EIRE) – 17 Years Online. Leggi l'ultimo pezzo pubblicato...

RAI: il disastro nel disastro (2) – Sull’inviato del TG3 zittito dal vigile del fuoco. O del senso dell’educazione civica nel servizio pubblico televisivo italiano!

Rai 3 – TG3: ore 19.00 – Inizio del telegiornale. La conduttrice annuncia la scaletta tutta dedicata al terremoto. Lancio del primo servizio in esterna. Il prode telecronista viene inquadrato quasi a ridosso della zona lavori dei vigili del fuoco…. e inizia il suo racconto a voce piuttosto alta. Non passano due minuti che gli si avvicina uno di quei vigili. “Come? Cosa?” chiede il nostro. Poi spiega a chi guarda “Ci stanno chiedendo di fare silenzio perché hanno messo in moto le strumentazioni per capire se ci sono rumori prodotti da persone ancora vive sotto le macerie”.

A quel punto ti aspetteresti che il giornalista restituisca subito la linea allo studio e si tolga dalle balle velocemente e in silenzio… Figurarsi! L’indomito reporter pensa bene invece di avvicinare il microfono alla bocca del vigile, il quale si allontana sdegnato e gli intima di allontanarsi a sua volta…. Per tutta risposta, il “nostro” continua a parlare per almeno altri due minuti, a momenti copiando fedelmente la voce sussurrata della protagonista del fastidiosissimo spot “Secret Escapes”, a momenti fregandosene completamente….

O del senso dell’educazione civica nel servizio pubblico televisivo italiano!

Serie Senza Altre Parole