PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 10. Breaking News

BREXIT: dopo una lunga notte, a great day for Europe: Britain, arrivederci!

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Il giornalista è stimolato dalla scadenza. Scrive peggio se ha tempo. (Karl Kraus)

emoticonHo tifato tutta la notte perché decidessero di andarsene e non perché non amo i britannici ma perché se avessero scelto di restare sarebbe stato una sorta di stillicidio continuato, una lamentela senza fine, never-ending che avrebbe minato ulteriormente le già flebili “ragioni” della UE. La Gran Bretagna che se ne va è di fatto una occasione storica importante per l’Unione Europea nel tentativo di trasformare questa accozzaglia di  Stati in qualcosa di più importante e di valido per i loro cittadini. Chissà anche che d’ora in poi dovunque nel vecchio continente non la si smetta di trasformare l’Europa nel capro espiatorio per le mancanze dei politici nazionali e magari Renzi riuscirà pure a fare sua la dignità di Cameron che ha lasciato senza pensarci troppo... non sarebbe male.

Un grande giorno, insomma, per l’Europa: goodbye Britain, we will always love and remember you but we are better off with you out!

PS: And all the EU foreigners in England are welcome to Ireland, a most welcoming country, MY COUNTRY!

Rina Brundu, 24 giugno 2016, Dublin.

brexit

2 Comments on BREXIT: dopo una lunga notte, a great day for Europe: Britain, arrivederci!

  1. attikus // 24 June 2016 at 13:13 //

    La cosa più esilarante è confrontare le facce gongolanti sfoggiate ieri sera da politici, burocrati e portaborse e pure quelle soddisfatte dei tuttologi della compagnia di giro adusa a frequentare gli studi televisivi per intascare lauti gettoni di presenza con lo smarrimento che affiora sui loro visi questa mattina….
    E c’è pure qualcuno che lancia minacciosi anatemi al fiero popolo inglese……….. senza vergognarsene………
    godooooooooooooooooooooooooooooo

    • Ho sempre sperato che se ne andassero paradossalmente erano loro che azzoppavano l’Europa. Avendo ormai fatto dell’Irlanda la mia nazione, posso senz’altro dire che queste puttanate qui non le ho mai sentite e spero che tutto il business straniero arrivi qui. Debbono andarsene subito, dobbiamo permettere solo ai grandissimi scozzesi di rientrare. Si arrangi, tornera’ l’isoletta in crisi che era prima di entrare in Europa.. a sognare impossibili ritorni all’epoca imperialista… un poco come se noi vivessimo ancora ai tempi di Roma.

      Debbono uscire subito: non c’e’ team che puo’ funzionare bene se un membro rema contro dall’interno.

      Scusami ora stanno per trasmettere la conferenza stampa di Renzi e debbo cambiare canale per non vederlo. Ciao.

Comments are closed.