LA BARBA DI DIOGENE, Dublin (EIRE) – 17 Years Online. Leggi l'ultimo pezzo pubblicato...

Sul cambio di grafica del Corriere.it, o della battaglia campale per i commenti ghettizzati.

corriere6

Screenshot dal Corriere.it mostrante i commenti dei lettori su finestra separata

di Rina Brundu. Una delle cose che saltava subito agli occhi cliccando sulle pagine del Corriere.it versione vecchia grafica era la visione spastica tra gli articoli di norma inneggianti al renzismo e la sfilza di commenti in calce al 95% antirenzisti e tutt’altro che teneri nell’esprimere i loro giudizi (mi domando se codesti commentanti si esprimerebbero allo stesso modo dovendo presentarsi con nome e cognome, ma ne dubito!).

Confesso che di tanto in tanto mi sono domandata come mai l’editore non prendesse provvedimenti visto che era un poco come mandare in malora tutto il lavoro fatto per confezionare quella visione edenica governativa. Mai e poi mai avrei pensato che anche questo problema sarebbe stato risolto. Di fatto adesso il Corsera fontaniano è l’unico giornale al mondo dove, per leggere i commenti (di norma la parte più interessante dei pezzi), devi cliccare per farti aprire una pagina separata che in sovraimpressione lista le opinioni dei lettori (vedi featured image).

Inutile dire che la soluzione non è delle migliori, e nessuna meraviglia se gli interventi esterni sono diminuiti sostanzialmente dal giorno del cambiamento della grafica avvenuto il 27 gennaio. Per curiosità ho comunque voluto provare ad aprire una di queste “finestre” dove sono stati ghettizzati i pensieri dei lettori per non offendere il verbo… erano meno del solito, appunto, ma purtroppo per il redattore incauto il tema era sempre quello, come ben si evince da qualche screenshot pubblicato qui in calce. Domanda: quale sarà la prossima mossa dell’editore? Rimuoverli completamente? Effettivamente potrebbe essere davvero questa l’unica opzione per far tacere il mugugno scontento: antirenzista avvisato mezzo bannato! Sic.

Image2corriere2corriere3corriere4corriere5