Advertisements
PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 9. Breaking News

Diario dai giorni del golpe bianco – Dopo l’invitto slogan “Siamo europei”, Zingarenzi alle Europee… in poesia!

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Il giornalista è stimolato dalla scadenza. Scrive peggio se ha tempo. (Karl Kraus)

 

nature-rain-animated-gif-3.gif

1 Aprile 2017

Taci. Sullo spoglio

del voto non odo

critiche che dici

umane; ma odo

discorsi arcinoti

che cantano frottole e voglie

ar-cane.

Ascolta. Votano

Nelle sedi sparse,

votano con trame imbonitrici

ciarlatane e scarse,

votano i piddini

sparuti e tristi,

votano i renzisti

pizzini,

tra gli scranni roventi

con voti raccattati,

come petali rubati

di gigli aulenti,

votano sul nostro domani

marrani,

votano con le loro mani

in nome del Ducetto,

votano il capetto

rendono favori,

votano i compagni

certi dei guadagni

cultori,

della narrativa bella

che Berlinguer

s’illuse, come ‘l cor d’Ermione,

oh, Coglione.[1]

 

[1] La pioggia nel pineto, reloaded 2017. Speciale Primarie PD, Gabriele D’Annunzio (aka Rina Brundu) Ri-Fecit MMXVII

Diario dai giorni del golpe bianco è una cronaca atipica dell’attualità nazionale negli anni del governo Renzi. È un racconto goliardico che è storia, fatto, testimonianza, commento, opinione, leggenda internettiana, diario politico e irriverente… ed è una ridda di personaggi (giornalisti, politici, conduttori, commentatori, opinionisti, blogger) che animano una commedia umana quasi goldoniana nel suo essere prima di tutto appassionata baruffa chiozzotta. Una commedia che sembra non avere mai avuto inizio e che non dovrà finire mai tra le contrade soleggiate e scaltre di un bellissimo paese, patria di Dante, di Michelangelo e di Machiavelli, casa dell’anima di molti Pinocchio e di tanti don Camillo e Peppone: l’Italia.


Diario dai giorni del golpe bianco 

Rina Brundu – Scrittrice italiana, vive in Irlanda. Ha pubblicato i primi racconti nel periodo universitario. Il romanzo d’esordio, un giallo classico, è stato inserito nella lista dei 100 libri gialli italiani da leggere. Le sue regole per il giallo sono apparse in numerosi giornali, riviste, siti, e sono state tradotte in diverse lingue, così come i suoi saggi e gli articoli. In qualità di editrice ha coordinato convegni, organizzato premi letterari, ha pubblicato studi universitari, raccolte poetiche e l’opera omnia del linguista e glottologo Massimo Pittau, con cui ha da tempo stabilito un sodalizio lavorativo e umano. Negli ultimi anni ha scritto saggi critici, ha sviluppato un forte interesse per le tematiche e le investigazioni filosofiche, e si è impegnata sul fronte politico soprattutto attraverso una forte attività di blogging. Anima il magazine multilingue www.rinabrundu.com.


Rina Brundu is an Italian writer and publisher who lives in Ireland. Author of several books and hundreds of articles and literary reviews, she has a keen interest in literary criticism, philosophy, e-writing and journalism.

Website www.rinabrundu.com.

Advertisements

2 Comments on Diario dai giorni del golpe bianco – Dopo l’invitto slogan “Siamo europei”, Zingarenzi alle Europee… in poesia!

  1. Ciao Rina! Condivido due tue parole Commedia Umana…neverendingstory.t
    Titolo del tuo romanzo d’esordio?Mi intriga leggerti in giallo.

  2. Ciao Ornella, che piacere sentirti! Il mio romanzo d’esordio era del 2003, ma mai mi sognerei di accostare il glorioso don Osvaldo di Tana di volpe a questi personaggi!! Sic!

    ps Sul giallo comunque ho già dato,.. ora preferisco Heidegger e Diogene… tutti noi dovremmo preferirli!

Comments are closed.