Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

RAVNT – Un altro pronome femminile etrusco

L’AFORISMA DEL GIORNO – DAILY QUOTE

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

I NOSTRI AFORISMI – OUR QUOTES

All’epoca vi erano i miglioristi di Napolitano, banditi allora ed oggi, anche se Renzi ha ucciso proprio Napolitano, il suo creatore. E costui, nonostante i colpi, proprio come un Golem, non muore mai. (Roberto Renzetti)

Massimo Pittau

pittauetruscodi Massimo Pittau. Esiste un prenome femminile etrusco, al quale non mi risulta che, per la sua scarsa frequenza, abbia dedicato una particolare attenzione qualche etruscologo. A mio giudizio questo prenome in origine era un cognomen o “soprannome”, il quale alla lunga si è trasformato in praenomen o “nome personale”.

Procedo a trascriverne tutte le forme o varianti come risultano nella II edizione del Thesaurus Linguae Etruscae (ThLE²):

RAVNΘU(S), RAVNTU, RAVUNΘU, RAVUNTU(S), RANΘU.

Sempre a mio giudizio, questo antroponimo etrusco è da connettere col gentilizio masch. lat. Raventius (RNG) ed inoltre con l’aggettivo ravus «rauco, roco, che ha la voce cavernosa» e con l’appellativo ravis «raucedine». Questi vocaboli latini risultano finora di origine ignota (DELL, AEI), ma  dato che essi trovano riscontro nell’etr. RAVE ed inoltre il lat. ravis ha l’accusativo in –im, come gli appellativi etrusco-latini amussis, axis, cratis, curis, glanis, rumis, Tiberis, turris, tussis, ecc., anch’essi molto probabilmente sono di origine etrusca (LLE, Norme 19).

Se ne deduce a fil di logica che molto probabilmente l’antroponimo etr. RAVNΘU(S), RAVNTU, RAVUNΘU, RAVUNTU(-S), RANΘU in origine significasse «rauca, che ha la voce cavernosa, che russa», sia inoltre da intendere come un accrescitivo affettuoso in -U(N) (DICLE 146, LIOE 108; LLE, Norme 7) ed infine si possa svolgere nell’ital. «*Raventona».

Sono notevoli le forme diminutive del nostro prenome RANΘA, RANΘVLA, RANΘULA, che molto probabilmente avevano il significato di «Rantolosa, Russona».

D’altra parte è probabile che le forme originarie dell’antroponimo fossero queste altre: RACVENTU, RAQUVENΘUS, RAQ[U]NΘIA e si possano svolgere in «*Racuventona» (ET, Ru 2.2 – 6:s; REE 65-68,71; ET, Cr 2.22 – 7:2).

Infine c’è da dire che ancora probabilmente la forma RAVNTZA presenta anche la desinenza diminutiva -ZA, per cui dovremmo svolgerla nell’ital. «*Raventonina o *Raventonella».

 

Bibliografia e sigle

AEI Devoto G., Avviamento alla etimologia italiana – Dizionario Etimologico, Firenze 1968².

DELL Ernout A. – Meillet A., Dictionnaire Étymologique de la Langue Latine, IV édit., IV tirage, Paris 1985, Éditions Klincksieck.

DICLE Pittau M., Dizionario Comparativo Latino-Etrusco, Sassari 2009, EDES (Libreria Koinè).

ET Rix H., Etruskische Texte, Editio Minor, I Einleitung, Konkordanz, Indices; II Texte, Tübingen 1991.

LIOE Pittau M., Lessico Italiano di origine etrusca – 407 appellativi 207 toponimi, Roma, Società Editrice Romana, 2012.

LLE Pittau M., Lessico della Lingua Etrusca – appellativi antroponimi toponimi, Roma, Società Editrice Romana, 2012.

REE Rivista di Epigrafia Etrusca, pubblicata nella rivista «Studi Etruschi».

RNG Solin H. et Salomies O., Repertorium nominum gentilium et cognominum Latinorum, Hildesheim-Zürich-New York 1988.

ThLE² Thesaurus Linguae Etruscae, I Indice lessicale, Roma 1978; I Supplemento, 1984; Ordinamento inverso dei lemmi, 1985; II Supplemento, 1991; III Supplemento, 1998. Seconda edizione, Pisa-Roma 2009.

Advertisements

Lo disse… Nietzsche

Bisogna avere in sé il caos per partorire una stella che danzi. -- (---) -- Il mio tempo non è ancora venuto; alcuni nascono postumi.

Lo disse… OSHO

Non voglio seguaci, persone ubbidienti. Voglio amici intelligenti, compagni di viaggio.

Lo disse… NEWTON

Platone è il mio amico, Aristotele è il mio amico, ma il mio migliore amico è la verità.

Lo disse… Diogene il Cinico

(ad Alessandro che gli chiedeva cosa potesse fare per lui) “Sì, stai un po’ fuori dal mio sole”

Lo disse… Joseph Pulitzer

Presentalo brevemente così che possano leggerlo, chiaramente così che possano apprezzarlo, in maniera pittoresca che lo ricordino e soprattutto accuratamente, così che possano essere guidati dalla sua luce.

Ipazia Books 2017

Leave a Reply.... Lascia un commento...

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: