LA BARBA DI DIOGENE, Dublin (EIRE) – 17 Years Online. Leggi l'ultimo pezzo pubblicato...

Gertrude Stein tra il ritratto di Picasso e i racconti beduini di Hassan Najmi

Gertrude“Gertrude” di Hassan Najmi
una recensione di Frances Khirallah Noble

La “Gertrude” del titolo è la Gertrude Stein dei primi anni a Parigi quando creò il suo famosissimo salotto letterario nel quale i più importanti artisti dell’epoca, da Picasso a Hemingway, si radunavano il sabato sera. Tra gli altri ospiti c’é Muhammed, un beduino marocchino, che Gertrude e Alice Tokals incontrarono durante un viaggio a Tangeri, dove lui fece loro da guida e divenne l’amante di Gertrude. In ultimo, Muhammed accetta l’invito di Gertrude di andare a Parigi e si trasferisce nell’attico della casa di lei per diversi anni. Agli occhi di Muhamed Gertrude ha una personalità magnetica ed eccitante e il suo corpo è irresistibile. Sebbene egli sia una presenza di secondaria importanza nel salotto, può comunque incontrare gli illustri ospiti che passano di là e colà si radunano, il tutto mentre il suo ruolo nella casa rimane un mistero e una fonte di pettegolezzo. Un giorno, Gertrude all’improvviso e crudelmente si libera di Muhammed che ritorna a Tangeri distrutto raccontando storie della sua vita parigina che nessuno crede.

Il romanzo inizia con Muhammad morente che chiede a un giovane poeta e giornalista chiamato Abu Hasan, marocchino anche lui, di scrivere la sua vita con Gertrude. Mentre Hasan apprende la verità nella storia di Muhammed, inizia una relazione con un diplomatico afroamericano che è anche lei una donna forte ed esigente. Costei gli apre le porte dell’Occidente e lo conduce al Metropolitan Museum di New York a vedere il ritratto di Gertrude fatto da Picasso. Si tratta di un momento importante nella ricerca di Hasan ma lo sfuggente ritratto non c’é più quando egli arriva essendo stato prestato a un museo londinese.

In “Gertrude” Najmi intreccia liricamente storie d’amore assortite, scontri tra Est e Ovest, arte e artisti e una visione immaginata di una più dolce e malleabile Gertrude Stein.

(traduzione di Rina Brundu)

“Gertrude” di Hassan Najmi Interlink Publishing Group, Inc. Boston, 2014

————— Original English Review ———————-

The Bedouin and Gertrude Stein

Gertrude
By Hassan Najmi
Interlink Publishing Group, Inc.
Boston, 2014

By Frances Khirallah Noble

The “Gertrude” in the title is Gertrude Stein in her early years in Paris when she establishes her famed salon where some of the most important artists of the era, including Picasso and Hemingway, congregate on Saturday nights. In addition, there is Muhammad, a Bedouin born Moroccan, whom she and Alice Toklas met on a trip to Tangier, where he was their guide and became Gertrude’s lover. Ultimately, Muhammad accepts Gertrude’s invitation to go to Paris and lives in the roof apartment above her house for several years. In Muhammad’s eyes, Gertrude is magnetic and thrilling and her flesh, irresistible. A peripheral participant in her famous salon, he nevertheless meets the illustrious visitors as they congregate and pass through, while his role in the household remains a mystery or source of gossip. One day, Gertrude abruptly and cruelly dismisses Muhammad and he returns to Tangier a broken man, with stories about his life in Paris that no one believes.

The novel begins as Muhammad lies dying and asks a young poet and journalist named Abu Hasan, also a Moroccan, to record his life with Gertrude. As Hasan discovers the truth of Muhammad’s story, he becomes involved with an African American woman diplomat, another strong and compelling woman. She opens doors to the West for him, including an introduction to the Metropolitan Museum in New York to view Picasso’s portrait of Gertrude. This is to be a highpoint in his research, but the elusive portrait is gone when he arrives, having been loaned to a museum in London.

In “Gertrude,” Najmi lyrically intertwines an assortment of loves,  jousting between East and West, art and artists, and an imagined view of a softer sweeter Gertrude Stein.

This review appears in Al Jadid Vol. 18, no. 67.

http://www.aljadid.com

© Copyright 2013 AL JADID MAGAZINE


And more about Gertrude Stein….

DP220028

Gertrude Stein

Pablo Picasso
(Spanish, Malaga 1881–1973 Mougins, France )

Date: 1905–6
Medium: Oil on canvas
Dimensions: 39 3/8 x 32 in. (100 x 81.3 cm)
Classification: Paintings
Credit Line: Bequest of Gertrude Stein, 1946
Accession Number: 47.106
Rights and Reproduction: © 2014 Estate of Pablo Picasso / Artists Rights Society (ARS), New York

 —————–

Gertrude Stein (Allegheny, 3 febbraio 1874 – Neuilly-sur-Seine, 27 luglio 1946) è stata una scrittrice e poetessa statunitense.

Featured images, cover e ritratto di Gertrude di Pablo Picasso