Advertisements
PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 9. Breaking News

Venti regole del buon giornalista digitale

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Il giornalista è stimolato dalla scadenza. Scrive peggio se ha tempo. (Karl Kraus)

Ancora sul giornalismo online….

  1. È nato in Rete.
  2. Svolge la sua attività prevalentemente in Rete.
  3. Non ha padrini né padroni.
  4. Non ha preferenze politiche, di genere o religiose.
  5. Controlla le sue fonti.
  6. Quando doveroso cita le sue fonti.
  7. È multilingue.
  8. È tecnicamente capace.
  9. È abituato a pensare.
  10. È capace di razionalizzare.
  11. Predilige un metodo logico.
  12. Non ama le poltrone in pelle umana.
  13. Concede sempre un diritto di replica.
  14. Si fa notare per il suo stile e per la sua vision diversa.
  15. Si fa apprezzare per la forza delle sue idee e per il suo coraggio.
  16. Non si occupa di morale.
  17. Non contempla dogmi.
  18. Non promuove il disrispetto.
  19. Non esprime giudizi di merito.
  20. Sa di non raccontare la verità, ma solo scampoli di quella e lo fa con molta onestà di metodo.
Advertisements

2 Trackbacks / Pingbacks

  1. Venti regole del buon giornalista digitale
  2. Giornalismo online: un appello all’Ordine « Rosebud – Giornalismo online

Comments are closed.