LA BARBA DI DIOGENE, Dublin (EIRE) – 17 Years Online. Leggi l'ultimo pezzo pubblicato...

Arsenale e darsena di origine etrusca non araba

dock.jpg

uno studio di Massimo Pittau.

arsenale «impianto di un porto per costruire o riparare le grandi navi», è da confrontare coi gentilizi masch. e femm. etr. ARZNA, ARZNAL, ARZNEAL, ARZNEI, ARZNI, ARZNIAL, ARZNIŚ «(di) Arsnio-a» (lat. ArsniusRNG) (da ricordare che tutti gli ‘antroponimi’ e ‘toponimi’ in origine erano ‘appellativi’) e inoltre da confrontare con l’appellativo arzanà di Venezia, da cui sarà entrato nella lingua italiana. dàrsena «parte interna del porto, che comprende un bacino con specchio d’acqua tranquillo, circondato da banchine e da officine e serve per il ricovero delle navi in avaria e in disarmo»; darsena nel lat. mediev. di Pisa del 1162: Pellegrini, Arab. 424; ital. darsina: av. 1540, F. Guicciardini; darsena: av. 1647, E. Torricelli), che è da confrontare col gentilizio femm. etr. ΘARSNAI «Tarsinia» (lat.Tarsinius ;RNG) (propriamente *Θ’ARSNAI con l’articolo determinativo ΘA agglutinato). Il lessema poi sarà entrato in epoca medioevale ed inoltre da Pisa nell’arabo orientale, dando luogo a dar as-sina’a «casa del lavoro, fabbrica», poi «fabbrica di armi», «arsenale» (DELI²) (Per la corrispondenza Θ/D e Z/S vediLICE norma 4).