Advertisements
PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 9. Breaking News

Renato Pierri spiega la “necessità di occuparsi anche di sciocchezze”.

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Il giornalista è stimolato dalla scadenza. Scrive peggio se ha tempo. (Karl Kraus)

giovani

di Renato Pierri.

“Perché una persona intelligente come lei si occupa di simili sciocchezze?” E’ una domanda che alcuni mi rivolgono ogni tanto. Io ringrazio per il complimento sull’intelligenza, e spiego, sebbene la risposta mi sembri ovvia. Ma forse tanto ovvia non è se a farmela, la domanda, è una persona intelligente. Segretamente m’irrito anche un po’ nel dubbio d’avere sprecato tempo ed energie per scrivere libri, e centinaia di lettere e articoli su delle sciocchezze. Altro che intelligente, mi dico, devo essere proprio uno sciocco.

Vediamo un po’. Io sono persuaso che l’ignoranza, i pregiudizi, la credenza in cose sciocche, possano produrre danni, possano essere una calamità, come malattie o  catastrofi naturali. Si pensi a quanto male abbia arrecato a tante creature innocenti la credenza nelle streghe. Credere nelle streghe è una sciocchezza, vero? Ma occuparsi di streghe al fine di dimostrare che credere nelle streghe sia una sciocchezza, pure è una sciocchezza? Ecco, io mi occupo di sciocchezze al fine di dimostrare alla gente che crede nelle sciocchezze, che sono sciocchezze quelle in cui crede. E perché? L’ho detto: perché l’ignoranza può produrre danni più di un terremoto. Combatto, come posso, contro l’ignoranza. Combatto contro le sciocchezze. Per farlo, sono costretto ad occuparmi di sciocchezze.

Ma anche se la credenza in cose sciocche non producesse danni, ugualmente mi sembrerebbe giusto dimostrare a chi crede in una sciocchezza, che è una sciocchezza quella in cui crede. In fondo, dai, è sempre un’opera buona, non è una sciocchezza! E poi, a dire la verità, non è solo fatica, è anche divertimento, mi diverto a smascherare i furbacchioni che inducono gli allocchi a credere nelle sciocchezze. Unisco l’utile al dilettevole.

Certo, se qualcuno mi dimostrasse che sia una sciocchezza dimostrare a chi crede in una sciocchezza, che è una sciocchezza quella in cui crede, sarebbe per me un guaio serio, mi sentirei perduto, distrutto, al punto che potrei anche fare una sciocchezza!

Advertisements

Leave a Reply.... Lascia un commento...

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.