Advertisements
PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

Renzismo e PDR: caduta verticale! Sulla continuata censura informazionale a proposito degli scandali renzisti!

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Essere o non essere renzisti, questo non è un problema!

Chi si occupa di giornalismo, di analisi delle dinamiche mediatiche, sa bene che esistono diversi modi per non dare una notizia. Una delle modalità più scaltre è quella di fare finta di darla al semplice scopo di edulcorarla. Come si fa? Per esempio, nel caso del renzismo, si fa finta di parlarne ponendo in rilievo fattori significazionali assolutamente secondari, ma conditi in salsa tale che il pubblico di “bocca buona” non può che intersarsene, e dunque usarle, tali informazioni, per distrarsi. Nello specifico questo accade quando tutta la Stampa italiana, il giornale di Travaglio e di Gomez incluso, Dagospia incluso, pubblicano occhielli esilaranti a proposito del duce di Rignano, al secolo Matteo Renzi.

In questa maniera, il pubblico naif di cui sopra scoprirà che Renzi si è reso ridicolo una volta ancora fallendo nella sua missione di “esperto” delle bellezze artistiche di Firenze, promettendo ritorni-politici improbabili, etc. Una tale audience riderà a crepapelle dell’ultima intervista anelante di Maria Etruria Boschi, del Segretario Martina che accusa i Cinque Stelle dei crimini politici commessi dal governo Gentiloni, dell’Orfini che vorrebbe sciogliere il PDR per rifondarlo, delle cene di Calenda, finanche del Gene Gnocchi che finalmente avrebbe criticato Renzi: ma pensa tu? Perché non lo ha fatto nel luglio del 2014, quando a criticarlo era solo questo sito?

La creazione della “macchietta” notiziabile è di fatto una strategia mediatica scaltrissima, perché tende a demolire l’immagine dell’orco-politico che pur esiste, ma specialmente tende a nascondere i suoi infiniti peccati, anche e soprattutto quelli gravi, e a nasconderli sotto il tappeto come fossero polvere. Esagero? Se esagero vi invito a riportarmi i link dei grandi giornali italiani che negli ultimi tempi abbiano affrontato con inchieste importanti questi temi: a) la questione dei debiti PD creati dal renzismo: come verranno pagati? Chi li sta gestendo? Come? b) Il caso Consip: dove si sta arenando? Perché? Chi ha tolto quelle cimici? c) Il caso insider renzism: come è stata davvero chiusa quell’inchiesta? Da chi? d) L’acquisto della villa di Renzi: che garanzie sono state date? Come è possibile che un personaggio politico che dice di avere solo 15000 euro nel suo conto, poi acquisti una villa con quel costo? Ci sono stati favoritismi rispetto ai comuni mortali? Se sì, di chi è la firma che li ha azionati? E naturalmente questa è solo la punta dell’iceberg, perché in realtà si potrebbe scrivere un piccolo saggio fatto solo di domande che nascono spontanee quando ci si informa con un po’ di attenzione sui tanti scandali di questo partito che in dato modo ha offeso l’anima politica della nazione.

Insomma, chi segue queste vicende oggigiorno? Nessuno! Non certo ll Fatto Quotidiano che si è ormai trasformato nella voce del padrone Di Maio, e nella vetrina degli articoletti goliardici di Travaglio! In realtà ci sono restati solo il sito di Fanpage (che però è un blog e dunque arriva solo dove può arrivare), e il giornale di Belpietro che però immagino segua le inchieste renziste che ritiene più interessanti. E il resto? Il resto, diceva Amleto, è silenzio, se non fosse che l’Italia moderna è molto diversa dall’Inghilterra elisabettiana, e dunque da noi… il resto è omertà, corruzione, e molto molto altro che non fa onore a una nazione che si vuole libera.

A quando il cambiamento? A mio avviso solo quando tutta quella casta immonda che è stata responsabile per una tale cancrena, verrà spazzata via…. Senza possibilità di ritorno, mai più, nei secoli dei secoli!

Rina Brundu

Advertisements

Regala i noltri libri a Natale. Acquistali qui, risparmia!

1 Trackback / Pingback

  1. Renzismo e PDR: caduta verticale! Sulla continuata censura informazionale a proposito degli scandali renzisti! — ROSEBUD – Arts, Critique, Journalism | O LADO ESCURO DA LUA

Comments are closed.