Advertisements
CONTROCORRENTE. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

Giudice Foti: “Chi è giusto e chi è forte passa su tutto”

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

ffotiSu Rosebud ho sovente criticato il programma “Forum” (Canale 5), soprattutto per il suo indulgere troppo in temi gossipari e da avanspettacolo d’antan. Vero è però che non l’ho mai fatto senza ragione, e sempre motivando le critiche. Ne deriva che se invece di una sciocchezza si ascolta una perla, un redattore onesto, come credo di essere, deve riportarla.

La perla in questione l’ha partorita quest’oggi il giudice Francesco Foti quando, proprio nel programma “Forum”, ad un certo punto se n’è uscito con l’espressione: “Chi è giusto e chi è forte passa su tutto”.

Per quanto mi riguarda classifico questa frase come una vera e propria perla filosofica, o della filosofia dell’anima che preferisco. Di fatto questa frase ha una profondità sostanziale impressionante. Ha finanche la capacità di uscire da un universo unidimensionale a cui appartengono per nascita tutti gli aforismi e di portarsi direttamente nel nostro universo multidimensionale; ha la capacità di passare dal realm delle idee a quello dei “tools”, degli strumenti migliori che servono per rendere migliore il nostro vivere.

Una frase come questa sembra l’abbiano fatta propria anche i fedeli cattolici e protestanti che nell’Irlanda che fu terra privilegiata delle deprecabili imprese dell’IRA, in questo ultimo anno, e specialmente in queste ultime settimane di festa, hanno deciso di condividere la stessa Chiesa per le loro preghiere. Che accadde? Galeotto fu il fatto che la Chiesa cattolica di St Mary, nel paesino di Castlebay (Contea di Monaghan), fosse stata chiusa per restauri e dunque non vi fosse, per i praticanti, altro luogo dove attendere messa. Davanti allo status-quo, i loro amici protestanti (Chiesa d’Irlanda), non hanno esitato ad aprire le porte della loro Chiesa di St Maeldoid (Muckno), ed è stato proprio colà che i cattolici hanno potuto celebrare il Natale. L’esperimento è andato così bene che a oggi entrambe le comunità di fedeli dichiarano di non sentire alcuna necessità per un altro edificio che costituirebbe solo un altro costo per la comunità.

Proprio così, il giudice ha ragione: chi è giusto e chi è forte passa su tutto… anche su secoli di infinite lotte intestine e lutti e odi terribili. In realtà io penso che questa espressione acquisti persino maggior valore quando applicata alla persona. Per quanto mi riguarda non ho dubbi che vorrei fosse questa filosofia (che idealmente modificherei solo in “chi è forte, giusto e saggio passa su tutto”) a fare da dirittura importante alla mia vita. Il resto infatti sono solo dettagli e querimonie inutili. O come disse il grande imperatore romano Settimio Severo in punto di morte:”Sono stato tutto e tutto è nulla”.

Rina Brundu

Advertisements
L’ultimo articolo pubblicato…

Ergo

È stato un periodo intensissimo che non è finito mai da gennaio a oggi, e la stanchezza, soprattutto mentale, si fa sentire, anche se nel mio caso comincio a pensare che [...]