Advertisements
CONTROCORRENTE. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

Sul Caso Consip e sulla perquisizione a Marco Lillo: macchie indelebili. E sull’intoccabile.

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Oggi su Il Fatto Quotidiano, la giornalista Sandra Bonfanti, già Il Mondo, già Repubblica, già La Stampa, parlando della recente perquisizione subita dal collega Marco Lillo, con conseguente sequestro del cellulare, scrive: “Sono stupefatta. Non ricordo precedenti. Sì, certo, in passato alcuni giornalisti furono arrestati per non aver rivelato le fonti. Successe anche a Giuseppe D’Avanzo sulla strage del Rapido 904 e fu un problema spiegare certe cose a un magistrato come Pier Luigi Vigna”.

Pensa tu!…

Articolo inserito in “Diario dai giorni del golpe bianco” (Ipazia Books 2017). Continua la lettura, clicca qui (o sulla sottostante coperta) per il link alla pagina Amazon dove potrai visionare sia la versione e-book che la versione cartacea del testo.

Advertisements
L’ultimo articolo pubblicato…

Ergo

È stato un periodo intensissimo che non è finito mai da gennaio a oggi, e la stanchezza, soprattutto mentale, si fa sentire, anche se nel mio caso comincio a pensare che [...]