Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Filosofia dell’anima – Don Bosco come Einstein: rubato il cervello! E perché gli atei sono più intelligenti? Se lo chiede l’intellettualmente lenta redazione di LIVE SCIENCE.

AFORISMI MEMORABILI – QUOTES TO REMEMBER

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

I NOSTRI AFORISMI – OUR QUOTES

Avevo solo dieci anni quando, con mio padre Antonio, senatore del MSI, sbirciai per la prima volta su Rosebud… (Ignazio La Russa. aka rb)

Rina Brundu

NB Attenzione, questo articolo potrebbe offendere la tua sensibilità religiosa, pensaci bene prima di leggere e poi NON LEGGERE! Grazie!

“Da più di un millennio gli studiosi hanno notato una curiosa correlazione: gli atei tendono ad essere più intelligenti delle persone religiose” scrive (scoprendo l’acqua calda) LIVE SCIENCE.com nell’incipit di un suo recente post molto fortunato. E poi continua sostenendo che la religione è un “istinto” e dunque sarebbe normale che le persone che riescono a governare l’istinto siano smarty-pants. Tuttavia, il climax nella curiosa dissertazione (che peraltro dimostra anche una data ignoranza degli argomenti trattati), lo si raggiunge qui : “The researchers also examined the link between instinct and stress, emphasizing that people tend to operate on instinct during stressful times, for instance, turning to religion during a near-death experience”. Puttanate!, immense puttanate!

Di fatto, davanti a simili considerazioni da filosofia che nella sua essenza patetica e minimale, obsoleta, non esiterei a definire scalfariana, io mi chiedo piuttosto se ci sia vita su Marte… pardon, se ci sia intelligenza nella redazione di livescience.com, ma naturalmente questa è solo una mia piccola curiosità. D’accordo, non sapevo che anche al tempo dei romani (lo sapevo per i greci), i creduloni venissero considerati meno “dotati”, laddove agli scettici veniva riconosciuta maggior intelligenza, ma questa è davvero l’unica considerazione che mi insegna qualcosa nell’articolo citato, mentre non mi sorprende affatto che nell’antica Roma si facessero queste “discriminazioni” sui-generis: di certo non hanno costruito un impero con le preghiere! Al più si potrebbe dire che lo hanno distrutto mettendo dietro alla superstizione che ormai li vinceva, per lazyness conclamata.

Il fatto è che davvero non capisco come una redazione che si occupa di scienza possa interrogarsi su simili questioni: va da sé che chi usa il cervello e rifugge il “pacco” confezionato dalla casta, anche sacerdotale, di turno, ha una visione se non più smart più realistica del mondo, o mi sbaglio? In verità basta solo alzare la testa verso la Via Lattea per capire che una eventuale sorgente delle cose (quella che i credenti chiamano Dio) non è, per sua natura, essenza dedita alla superstizione, ma che si tratta di Essere che preferisce la logica, la fisica, la matematica. Soprattutto, mi pare che il messaggio inviato sia chiaro: affinate il dono dell’intelligenza che vi ho dato (e se potete, nel farlo, evitate di scannarvi l’un l’altro o di fare cazzate) e venite a scoprire i meravigliosi mondi che ho creato. Solo pochi giorni fa, per esempio, è stato individuato un hot Jupiter locked (fondamentalmente un pianeta gassoso che è un Giove gigante, vicinissimo alla sua stella di riferimento verso cui rivolge sempre la stessa faccia infuocata), che ha una temperatura di superficie superiore  alla temperatura delle red-dwarfs (credo che queste stelle in italiano si chiamino nane rosse), e di poco inferiore a quella del nostro sole: una roba straordinaria di cui non sapevamo! Questo fattoide per sottolineare che non si è mai sentito di scoperte spaziali (o terrestri) che dicano invece: andate in chiesa, flagellatevi, penitenziate (per dirla con gli eretici dulcinei), inginocchiatevi, datevi alla necrofilia, bevete vino in forma di ostia e cazzate simili!

La domanda che si pone LIVESCIENCE sarebbe una domanda ottima in un oratorio dove si tenta di crescere intellettualmente, ma in un tal contesto (aulico? o para-aulico?) è stupida, finanche childish. Così come è stupida e childish l’affermazione (o ipotesi) che la religione sia un istinto: stupidate che non meritano alcuna considerazione in verità, e denunciano una grande ignoranza delle cose e delle culture autoctone delle diverse civiltà antiche e moderne. Istintiva è la paura dell’uomo davanti alla sua non-conoscenza delle leggi fisiche, davanti alla potenza della natura, davanti ai soprusi quotidiani che hanno come logica di base l’assioma (lo chiamerei così perché di questo si tratta alla fin fine) “Homo homini lupus est”); assolutamente programmata o scaltramente programmabile è invece la reazione dell’uomo davanti a queste “paure”, e a chi avesse dubbi consiglio di visitare la Cina moderna che dopo un secolo di comunismo ateo ha di fatto allevato un miliardo di persone all’ateismo: sicuramente l’unico risultato utile, persino invidiabile sotto prospettive multiple, ottenuto da quella terribile dittatura! Lo stesso accade in Corea del Nord, ma è accaduto pure in tante civiltà molto antiche. Nella stessa Grecia la grande filosofia è potuta prosperare solo grazie alla visione disincantata e liberata del mondo che avevano i suoi più grandi intelletti!

Ma una sostanziale ignoranza degli argomenti che tratta, la redazione di livescience la dimostra pure quando parla di religione e di NDE (esperienze di pre-morte). Di fatto, proprio chi si occupa di NDE sa benissimo che una caratteristica di queste “esperienze” è l’esulare dal background religioso. Non solo, in dati resoconti che mi è capitato di leggere, vi sono le esortazioni di tanti degli spiriti che sarebbero presenti nell’aldilà, a guardare verso la “vera” natura dell’universo, dato che i paradisi descritti dalle religioni umane sono delle mere convenzioni immaginifiche proprio come lo sono quelle stesse religioni.

E potrei andare avanti all’infinito se non fosse che la filosofia scalfariana a me annoia e dagli esseri razionali di questa epoca fortunata (nonostante tutto) ci si aspetta maggior capacità di cogitazione e maggior capacità di argomentazione logica. Certo, sarebbe bello un mondo dove tutti possano abbandonare la via della superstizione, ma temo che quello sia un target lontano perché in realtà è un “privilegio” che trascende persino dalla capacità finanziaria e culturale degli individui (quanti scrittori, anche validi, denunciano queste carenze nelle loro opere? Alessandro Manzoni, per esempio, meriterebbe la galera postuma per l’influsso nefasto che ha avuto sulla nostra cultura la sua ideologia asservita alla Provvidenza, e con lui la galera la meriterebbero tutti coloro che permettono, in alcuni casi ancora oggi, la diffusione di certe sue opere, specie presso un pubblico di bambini). Sarebbe bello un mondo dove gli individui, anziché leggere encicliche papali diseducative – peraltro strumentalizzate in maniera indegna da individui stolti che si dicono teologi, che in alcuni casi covano tuttavia la non troppo segreta ambizione di farsi passare per veri filosofi – encicliche in cui veniamo invitati a “credere” a prescindere, ascoltassero le parole che Friedrich Nietzsche diceva alla sorella: “Se vuoi raggiungere la pace dell’anima e la felicità, abbi pur fede, ma se vuoi essere un discepolo della verità, allora indaga”. Insomma, sarebbe bello un mondo dove si fa apologia della curiosità, finanche dell’irriverenza intellettuale, della forza d’animo, tutte cose che determinano intelligenza (lo dico a beneficio degli oggettivamente “lenti” redattori di Livescience.com), ma purtroppo ci troviamo ancora in un mondo che duemila anni fa era pure in mano al culto sanguinario degli Atzechi, mezzo millennio fa bruciava sul rogo l’immenso Giordano Bruno e solo un anno fa vedeva me costretta a difendere la mia integrità d’intelletto, in casa mia, ovvero tra le pagine di questo sito, dagli attacchi più disparati mossimi contro dagli sgherri di quegli stessi pseudo-filosofi di cui sopra: sic!

Si legge infine, in altra sede (i.e. non su livescience) che in questi giorni sia stato rubato il cervello di don Bosco.. mah! (de gustibus, fermo restando che pure la necrofilia dovrebbe avere un senso!). Di positivo c’è che così facendo hanno equiparato il cervello di quel modesto parroco al cervello di Einstein, che fu pure rubato dopo la morte del suo proprietario. Insomma, si tratta di due personalità apparentemente molto diverse. In realtà, se da un lato la biografia di Einstein ci insegna che forse la sua intelligenza si fermava alle formule matematiche (per certi versi era pure un bigotto che davvero credeva nell’esistenza di un “Dio” di tipo biblico), dall’altro, religione o non religione, il grande amore che don Bosco riversava sui suoi ragazzi, secondo me, fa il pari con la formula per la relatività che prima o poi qualcun altro avrebbe comunque estrinsecato. Come  a dire che intelligenza è tante cosea volte è persino solo un punto di vista, proprio come ho ormai capito che lo è anche la saggezza.

Meno orazioni e più cogitazione comunque non fa sicuramente male, non importa se il tuo Dio è Zeus, Cristo, Buddah… o il Wile E. Coyote come è il mio caso; anche zio Paperone di Karl Barks però non scherza!

Rina Brundu

 

Advertisements

Lo disse… Nietzsche

Bisogna avere in sé il caos per partorire una stella che danzi. -- (---) -- Il mio tempo non è ancora venuto; alcuni nascono postumi.

Lo disse… OSHO

Non voglio seguaci, persone ubbidienti. Voglio amici intelligenti, compagni di viaggio.

Lo disse… NEWTON

Platone è il mio amico, Aristotele è il mio amico, ma il mio migliore amico è la verità.

Lo disse… Diogene il Cinico

(ad Alessandro che gli chiedeva cosa potesse fare per lui) “Sì, stai un po’ fuori dal mio sole”

Lo disse… Joseph Pulitzer

Presentalo brevemente così che possano leggerlo, chiaramente così che possano apprezzarlo, in maniera pittoresca che lo ricordino e soprattutto accuratamente, così che possano essere guidati dalla sua luce.

info@ipaziabooks.com

Leave a Reply.... Lascia un commento...

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: