Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Quello che il renzismo non dice (282) – Sulla profezia di Dario Fo per Roberto Benigni. E dalla speculazione sull’Olocausto alla caduta verticale del giullare di Renzi.

AFORISMI MEMORABILI – QUOTES TO REMEMBER

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

I NOSTRI AFORISMI – OUR QUOTES

A un certo punto – durante il suo intervento in aula – ho temuto che Renato Brunetta stesse per scoppiare a piangere: il vincolo partitico non è acqua e benché Maurizio Lupi fosse ministro del cattivo governo renzista, vederlo abbandonare la poltrona in pelle umana non deve essere stato un momento facile, né per lui né per molti altri forzisti. Non deve essere stato un momento facile per nessun rappresentante della casta politica, mentre – con esclusione dell’intervento di Alessandro Di Battista del M5S – la giornata parlamentare si è risolta in una sommatoria di dichiarazioni meste quando non tristi o profondamente partecipi, addolorate. Funebri quasi. Inoltre pareva di sentirlo nell’aria il pensiero che tutti andavano facendo, ma che nessuno aveva sufficiente coraggio per esternare: dimetterti? No, va-là Maurizio… dovevi resistere, resistere, resistere! 

Tratto dal Diario dai giorni del golpe bianco (paperback) di Rina Brundu.

Per l’E-Book clicca qui.

Rina Brundu

p30976_d_v8_aaLa stima val più della celebrità,

la considerazione più della fama,

l’onore più della gloria. (Nicolas de Chamfort)

“Sono stupito. Non c’é dubbio che questa sua posizione favorisce il governo e il potere. Sarà ripagato” così parlò e vaticinò la buonanima di Dario Fo commentando la calata in campo dell’ex “artista” incendiario (?) Roberto Benigni, in forma di pompiere al fianco delle truppe renziste determinate a scalare ogni posizione politica con o senza la legittimazione del popolo che vorrebbero governare, soprattutto senza….

Articolo inserito in “Diario dai giorni del golpe bianco” (Ipazia Books 2017). Continua la lettura, clicca qui (o sulla sottostante coperta) per il link alla pagina Amazon dove potrai visionare sia la versione e-book che la versione cartacea del testo.

Advertisements

info@ipaziabooks.com

10 Comments on Quello che il renzismo non dice (282) – Sulla profezia di Dario Fo per Roberto Benigni. E dalla speculazione sull’Olocausto alla caduta verticale del giullare di Renzi.

  1. E’ riduttivo paragonare un Nobel (pur con le riserve sul Nobel letterario) a un guitto sia pur brillante. Io mi sentirei offeso.

    Like

  2. Forse sarò fuori tema o forse no. Ma vorrei chiederti(e immagino la risposta caustica) cosa ne pensi della battuta idiota del giullare benigni sui ” cavoli neri” di Michelle Obama, battuta gettata con “no chalance” pensa lui, ma percepita da tutti i TG di regime?
    Paola

    Like

  3. Tranquilla, non bazzicheresti da queste parti se lo facessi.
    E comunque sappi che voterai no contro il tuo stesso genere. Lo ha detto la Boschi che non ci sono donne per il NO. E se lo dice lei dobbiamo crederle… anche in questo periodo in cui evidentemente sta cambiando pusher.
    Ciao.

    Like

1 Trackback / Pingback

  1. Quello che il renzismo non dice (282) – Sulla profezia di Dario Fo per Roberto Benigni. E dalla speculazione sull’Olocausto alla caduta verticale del giullare di Renzi. – Rosebud – Critica, scrittura, giornalismo online | BRASIL S.A

Leave a Reply.... Lascia un commento...

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: