LA BARBA DI DIOGENE, Dublin (EIRE) – 17 Years Online. Leggi l'ultimo pezzo pubblicato...

Veglia. Della straordinaria vena poetica di Giuseppe Ungaretti

ungaretti_giovaneVeglia

Un’intera nottata
buttato vicino
a un compagno
massacrato
con la sua bocca
digrignata
volta al plenilunio
con la congestione
delle sue mani
penetrata
nel mio silenzio
ho scritto
lettere piene d’amore

Non sono mai stato
tanto
attaccato alla vita

Giuseppe Ungaretti, Cima Quattro il 23 dicembre 1915

1 Comment on Veglia. Della straordinaria vena poetica di Giuseppe Ungaretti

  1. iva21liberoit // 10 September 2016 at 20:15 //

    Una delle sue più belle, intense edi emotivamente vissute

Comments are closed.

%d bloggers like this: