Advertisements
PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 9. Breaking News

Dopo Galileo la Chiesa riabilita il sesso: definitivamente scartata l’ipotesi che sacerdoti e cardinali (inclusi quelli nati con attico centrale attaccato) siano “organismi eucarioti” riprodottisi via mitosi. Riflessioni e considerazioni.

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Il giornalista è stimolato dalla scadenza. Scrive peggio se ha tempo. (Karl Kraus)

Greater_Israel_map

Terra Santa, terra di fragole gustose...

di Rina Brundu. Diversamente di quanto accade ai professionisti del giornalismo cartaceo, noi giornalisti online abbiamo abbiamo maggiore libertà d’azione. E voglie diverse. Per esempio a me accade, a giorni, di alzarmi e desiderare di scrivere cazzate (no, lo confermo, non tutti i giorni!): si tratta di un desidero spasmodico e irrazionale molto simile a quello che provano le donne in gravidanza, le quali si ritrovano loro malgrado a volere fragole appena colte in pieno inverno e costringono le dolci metà a viaggi di tipo crociato fino in Terra Santa al solo scopo di poter gustare l’agognato frutto. Poi ci sono giorni in cui la cazzata ti viene servita direttamente sul piatto e a te non resta che commentarla, rifletterci sopra facendo finta che di argomento serio si tratti. È questo il caso delle ultime novità testé giunte dal Vaticano, laddove il pur apprezzabile Papa Francesco, dopo duemila anni di cervellotiche elucubrazioni teologiche che a confronto Ed Witten è un principiante, è finalmente giunto ad una conclusione: il sesso non è un male, è un dono di Dio!

Lungi da me dissentire da quanto afferma il Papa ma confesso di non essere totalmente convinta. Cioè non so se il sesso, soprattutto quello teso verso la procreazione, sia tutto questo ben di Dio. Mentirei se negassi che, più di una volta, in presenza del rompiballe, cagacazzi di giornata, mi sono ritrovata a desiderare (alla stregua della donna incinta sumenzionata) che quel dato spermatozoo tanti anni prima non avesse vinto la sua corsa. Perché proprio lui? E chi ci dice che in presenza di esami seri non sarebbe risultato positivo ai test anti-doping? Detto questo mi rendo pure conto che la Scienza procede o, meglio, che col recente beneplacito dato dalla Santa Sede affinché la Scienza proceda, a poco servono le mie querimonie.

Di fatto le dichiarazioni del Pontefice sono tonanti e sostanziali e soprattutto risolvono una volta per tutte e senza possibilità d’appello gli atavici dilemmi: ma se il sesso è cosa impura, da dove arrivano i sacerdoti e i cardinali (inclusi quelli venuti al mondo con attico centrale attaccato)? Sono davvero organismi eucarioti nati via riproduzione vegetativa asessuata, la quale implica una divisione mitotica del nucleo della cellula? Risponde a una qualche verità la leggenda metropolitana che vorrebbe i porporati figli di altri porporati impegnati nel magna-magna urbi et orbi generale e quindi conseguenza delle cose… pardon, conseguenza di un naturale splitting riproduttivo non appena un peso X, accuratamente calcolato via equazioni-quantistiche, è stato raggiunto?

Cogitazioni e circonlocuzioni di pensiero datate, appunto! Dubbi di un ieri credulone figlio di un inammissibile Medioevo mentale e anticristiano. Di converso oggi Papa Francesco è stato molto chiaro: sacerdoti e cardinali (inclusi quelli nati con attico centrale attaccato) sono giunti in mezzo a noi via atto sessuale. Full stop. A questo punto, volendo essere capziosi, l’unica domanda a cui dovrebbero rispondere gli scienziati (e/o i teologi, a seconda della necessità) sarebbe: ma è venuto prima l’attico o lo spermatozoo del futuro cardinale? Meglio ancora: l’attico era già attaccato allo spermatozoo o è stato mera prebenda legittimamente guadagnata a cardinale-fatto? Personalmente voglio propendere per l’ultima possibilità anche perché non credo ci sia prelibata fragola di Terra Santa che mi compenserebbe lo sforzo di espulsione di un tal attico di 350 metri quadrati dalle parti basse…..

Advertisements