Advertisements
CONTROCORRENTE. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

Dei “miracolati” dalla crisi: ma cosa succederebbe agli opinionisti televisivi se l’Italia fosse un Paese Perfetto come la Svizzera? E sul perché ieri non ho guardato Piazza Pulita.

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Qualche mese va, venendo in Italia, fui fortemente colpita dall’okkupazione che fa dei giornali e della tv il governo. C’erano giorni in cui non riuscivo a collegarmi al Corriere.it o a guardare un telegiornale Rai senza dovermi letteralmente “scontrare” con il faccione rubicondo e satollo di Renzi, una cosa che ad altre latitudini non sarebbe possibile neppure in sogno. Come conseguenza ho smesso di informarmi sul Corriere e ho imparato a tenere sempre a portata di mano il telecomando: ogni qualvolta compare Renzi in tv cambio canale per quei dieci minuti buoni, il tempo di esaurire l’omaggio quotidiano. I “contro” di questo modus di fare sono purtroppo dati dal fatto che a volte dimentico di tornare sulle news e quindi spesso mi perdo il programma intero… fortuna che c’é la Rete!…

Articolo inserito in “Diario dai giorni del golpe bianco” (Ipazia Books 2017). Continua la lettura, clicca qui (o sulla sottostante coperta) per il link alla pagina Amazon dove potrai visionare sia la versione e-book che la versione cartacea del testo.

Advertisements

Chiudiamo Wikipedia. Non si lucra scaltramente sull’impegno di intelletto!