PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 10

POMPEII (2014) a German-Canadian production directed by Paul W. S. Anderson: WHY? WHAT THE NAZI SH*T? BOYCOTT THIS FILM!!

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Il giornalista è stimolato dalla scadenza. Scrive peggio se ha tempo. (Karl Kraus)

Pompeii-posterby Rina Brundu. I will cut it short: I have never seen or heard so much shit in my life! My advice to the scriptwriters Janet Scott Batchler, Lee Batchler, Michael Robert Johnson is to attend a crash course with the likes of Aaron Sorkin, perhaps it will help. Some history lessons should also do the trick. Finally, somebody should inform both the director and the scriptwriters that when under the Roman Eagle the Romans were busy talking about Politics and Ethics, the barbarians in the Germanic lands were still up the tree, painting their face blue. Actually, they would probably still be up the tree if the Romans did not force them down.

Too harsh a critique? I doubt it. After all it was not me who had the “brilliant” idea of calling it… a movie!

 

6 Comments on POMPEII (2014) a German-Canadian production directed by Paul W. S. Anderson: WHY? WHAT THE NAZI SH*T? BOYCOTT THIS FILM!!

  1. Glad to realize that my “views” are shared by others….

    5.6/10
    IMDb

    28%
    Rotten Tomatoes

    39%
    Metacritic

  2. Did not know Nazi films where still trendy…
    This production should be banned… in Europe. In Italy for sure.

  3. Che grande cagata… meglio sarebbe non distribuirlo in Italia… Un’offesa ad una civiltà grande come quella romana… a cui dobbiamo tanto.. mentre il primo di questi idioti teutonici non sarebbe degno di pulire il culo all’ultimo di coloro che hanno fatto grande Roma.

    che schifo! che fogna nazista….

  4. quando ho visto il trailer ho pensato Ma guarda un po’ se devono venirci dall’europa a raccontare la nostra storia e non lo facciamo noi…. quando ho visto il film ho apprezzato gli effetti speciali e anche un po’ la trama. quando mi sono informata meglio sulla realtà storica (e geografica!) ci sono rimasta malissimo! 😦

    • Grazie per i suoi commenti.
      Anche io amo gli effetti speciali quindi quando vidi il trailer a Dublino, decisi che sarebbe stato uno dei film che avrei visto. Per infinite ragioni non riuscii a vederlo cosi solo da poco ne ho acquistato il DVD.
      Non riuscivo a credere a cio che sentivo e non riuscivo a credere che fosse opera dei miei amati sceneggiatori americani… è stato allora che ho scoperto che si trattava di produzione teutonico-canadese e allora non mi sono più interrogata.
      Tuttavia io ritengo che almeno in Italia si dovrebbe evitare di circolare queste “onte” culturali anche bambinesche. Per certi versi naziste dato che si è tentato di far passare l’idea che il mondo degnamente etico era celtico (finanche la protagonista asserisce che lei è di Pompei e odia l’aquila romana) mentre i romani erano conquistatori sadici.
      Come ci fa capire Cesare
      https://rinabrundu.com/2015/08/14/history-in-perspective-after-nazi-pompeii-2014-a-german-canadian-production-directed-by-paul-w-s-anderson-the-works-of-julius-caesar-and-the-burning-man-ritual/
      la realtà era ben diversa e i celtici muovevano dal cannibalismo a tutto ciò che veniva.
      Un’onta e una offesa ai romani che pur con tutti i loro difetti sono stati un popolo liberale come nessuno. Per esempio, nessuno come i romani rispettava le religioni altrui e il loro sentire (vedi dei greci, celtici, ma lo stesso cristianesimo che si sviluppò grazie a Roma e visse grazie a Roma).
      Proprio vero che la madre dei produttori e autori idioti è sempre incinta!
      Saluti
      PS Naturalmente se ci si aspetta una difesa della dignità di Roma in Italia, stai fresco…

      • PS Naturalmente non commento neppure sulla “pochezza” dell’impalcatura narrativo-artistica-digitale perché sono adoratrice di Aaron Sorkin e non vorrei scoprisse da questo post che guardo pure sciocchezze cinematografiche…
        Ciao

        🙂

Comments are closed.