Advertisements
PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

Forza, don Vinante! Un ritratto del prete tra i preti.

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Advertisements

Natale 2018 – Regala i nostri libri!

27 Comments on Forza, don Vinante! Un ritratto del prete tra i preti.

  1. In verità io ho saputo della malattia di don Vinante proprio grazie a Rosebud. Due giorni fa, mi sono accorta che i termini di ricerca su di lui aumentavano… e ho subito pensato alla sua salute vista l’età. Don Vinante é un prete molto conosciuto e pertanto cercherò per quanto possibile di dare le notizie che ricevo. Sperando sempre per il meglio.

  2. marmax // 10 April 2012 at 00:43 //

    Tanti anni fa lo incontrai, nella strada fra Tertenia e Lanusei, come sempre a piedi. Gli diedi un passaggio e gli chiesi perchè non si comprava la macchina. Mi rispose che Gesù Cristo era povero ed andava a piedi. Una persona di una coerenza impressionante per me, ateo praticante. In bocca al lupo prete matto, tanto a te la morte non fa paura.

  3. Marmax, non avresti potuto descriverlo meglio. Come direbbe Peppone parlando di Don Camillo io, da atea, rispetto più la punta del suo mignolo che “tutti voi messi insieme!”.
    Un grande personaggio. Unico. Il mio primo vero grande maestro. Uno di quelli che ti modellano e ti tengono così. Per sempre!

  4. tiziana // 10 April 2012 at 22:13 //

    Non siate tristi, la sua vita l’ha vissuta pienamente e con coerenza. Andrà sicuramente in paradiso… A passaggi!!!

  5. E’ la differenza con noi Tiziana. Noi non ci si andrà neppure… a spinte!

    Da ciò che vedo dal numero di letture di questo pezzo nonché dal numero di persone che arrivano sul sito ricercando notizie su di lui …. quei “passaggi” debbono essere stati comunque… memorabili.

  6. Michele // 11 April 2012 at 12:06 //

    Articolo commovente e pieno di forza! Don Vinante si trova all’ospedale di Lanusei nel reparto ” medicina ” . Le sue condizioni anche se ” non buone..” risultano stazionarie.
    Non ho avuto l’onore di conoscere la signora Rina Brundu.. sono sicuro Lei sia donna di elevate attitudini. Complimentarmi per le bellissime parole scritte a Don Vinante.. sarebbe il minimo che potessi fare.

  7. Grazie Michele. Comincio a pensare che sia la stessa forza che ci ha insegnato don Vinante, tutta una vita.

  8. Aggiungo Michele, se capitasse l’occasione, se lei puo’… di far sapere a Don Vinante che in moltissimi si stanno interrogando sulla sua salute e quel pezzo e’ stato letto tantissimo…. ad ulteriore testimonianza che uomini come lui non si dimenticano.

  9. fabio sulis // 11 April 2012 at 17:28 //

    Dispiace sempre quando una persona a noi cara sta male, penso comunque che Don vinante si avvicini hai 90 anni, ero un ragazzino quando i Villanovesi appresero che il don doveva andare a Elini e mi ricordo che quella notte tutta la popolazione era in piazza perchè non volevano che lui andasse perchè era per tutti noi un caro familiare. E’ stata la prima persona che portò il calcio per i bambini nel nostro paese e 30 anni fa “ormai” costruì l’oratorio con tanti giochi che coinvolgevano tutti i ragazzi del paese! andò via il parroco e non mi ricordo il periodo ma mi ricordo che con l’avvento del nuovo parroco andò via anche l’oratorio con tutti i giochi!!!! FORZA DON PIETRO VINANTE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  10. si..forza Don Vinante! vero prete, vero servo di Dio al servizo del prossimo. uomo schietto..senza compromessi con nessuno, non si piegava a nessuno, solo a Gesù e al Suo Vangelo. per questo libero di agire;. criticato dai suoi stessi “colleghi” , come Gesù veniva contestato dai suoi. allora posso dire: ho conosciuto don Vinante, ho incontrato Gesù. grazie Signore per questo grande dono! grazie Signora Brundu per il bellissimo articolo

  11. Mario, grazie a lei, ma le assicuro che tutto ciò ho scritto lo penso e soprattutto che io non scriverò mai più articoli su nessun altro prete, santo o bastardo, noto o meno noto, piccolo o grande che sia. Anche questo, per onestà d’intelletto, deve saperlo. Io ho scritto di Don Vinante perché don Vinante è quello che è: un personaggio unico. Uno che si incontra una volta soltanto nella vita. E mai più. Uno, diverso. Perché se io potessi scegliere su come vorrei essere ricordata, io non avrei dubbi: io vorrei essere ricordata dagli altri proprio come io ricordo don Vinante: un essere unico e onesto nell’anima (ovvero nella sua coerenza, nella sua visione delle cose) come nessuno!

    Continuo a stupirmi dal numero di visite che riceve questo pezzo: solo gli articoli su Travaglio gi stanno dietro…

  12. francu pilloni // 12 April 2012 at 10:19 //

    Come a dire che ci vorrebbe un prete nella vita di ciascuno. Un prete come amico, non è male. Al limite, “un prete per chiacchierar”, come dice Paolo Conte nella sua canzone.
    Non conosco don Vinante, anzi, non ne avevo mai sentito parlare, ma dall’idea che mi son fatto, non ci sarebbe annoiati a parlare con lui. In bocca al lupo, don Vinante! Anzi, nelle mani di Dio…

  13. Faro’ un follow-up stasera su questo articolo. Grazie a chi continua a mandare email.

  14. Non ho davvero parole per ringraziare tutti coloro che hanno letto questo articolo e per ringraziare le 126 persone – come riportano i dati in calce al testo – che ne hanno fatto lo sharing sulla loro pagina Facebook! O su Twitter. Ringrazio anche chi mi ha scritto e dato notizie….

    Augurando a don Vinante il meglio, vorrei comunque portare avanti il discorso sull’impatto che ha avuto il suo arrivo in quelle zone interne della Sardegna e vorrei farlo con un articolo dedicato… in questo fine settimana. Grazie a tutti, di nuovo.

  15. francesco // 13 April 2012 at 21:50 //

    ho conosciuto tanti, tantissimi preti e altrettante persone che appartenevano e appartengono al mondo ecclesiastico,tra queste non ho mai visto una ,dico una , persona che credeva in ciò che faceva come Lui…….se Dio esiste veramente , lo accoglierà a braccia aperte. Forza Don Vinante!!!!

  16. Grazie Francesco. Ho dimenticato di sottolineare come veramente stiano raggiungendo questa pagina lettori da tutta Italia… L’altra Italia quella-del-fare davvero (come per esempio portare una croce di tante tonnellate su una cima di una montagna alta 2000 metri… pardon, portarne due di croci)…. e quella-del-credere senza sfruttare i riflettori, ma usando i riflettori per il proprio credo. E grazie per avere sottolineato quello che sottolineano tutti: é un personaggio, un uomo unico!

  17. Alberto // 13 April 2012 at 22:23 //

    Ho davvero un gran bel ricordo di questo grande prete, dall’accento continentale, sono cresiuto con i suoi grandi insegnamenti,di profonda fede,e sempre con un occhio di riguardo x i più deboli,poveri e meno fortunati. In momento come questo lui direbbe: preghiamo insieme , solo cosi riusciremo a superare ogni tempesta,ogni malattia,tutte le difficoltà che nel cammino della vita si incontrano. Come non ricordare con sorriso i bei mmo momenti trascorsi nelle salette della chiesa sempre super affollate da noi giovanissimi ,….Complimenti Rina…un saluto…e……. Forza Don Vinante.

  18. Grazie anche a te Alberto.

  19. Raffaella scudu // 14 April 2012 at 15:50 //

    Carissima Rina grazie per le tue bellissime parole. Raccontare Don Vinante significa per noi Villanovesi raccontare parte di noi, quindi emozionarci e allo stesso tempo sentire tanta di quella nostalgia che per un’attimo vorresti tornare indietro. Don Vinante ci ricordava che la domenica era il giorno del Signore, a Villanova la domenica era sempre festa, e lui era l’animatore.

  20. Grazie Raffaella, ti ricordo una bimba piccolissima… lieta di leggere una donna villanovese che non dimentica quel bellissimo passato. Che è dunque presente. In noi. Saluti a tutti voi.

  21. IL DOLORE X LA MALATTIA DI DON VINANTE E TANTISSIMO….SONO DI ELINI MA VIVO A MILANO….LA SUA PRESENZA NELLA MIA FAMIGLIA E SEMPRE STATA ASSIDUA CON LETTERE DI AUGURI X LE FESTIVITA’….CON TELEFONATE E A SEGUITO LE SUE PREGHIERE……L’IDEA CHE QUESTO NON POSSA PIU’ ACCADERE E MOLTO TRISTE…..MA E GIUSTO CHE LUI VADA NELLA CASA DEL SIGNORE E CHE FINISCA LA SUA SOFFERENZA…I RICORDI DI QUESTA BELLA PERSONA RESTERANNO X SEMPRE…LE SUE PREGHIERE RESTERANNO INDELEBILI IN TUTTI I NOSTRI CUORI….O FATTO UN GRUPPO DEDICATO A LUI…….CHI VOLESSE VENIRE PUO’ FARLO……..LO CHIAMATO ….UNA PREGHIERA X DON VINANTE……VENITE TUTTI A LASCIARE UNA PREGHIERA X LUI……UN SALUTO A TUTTI VOI…..E CHE SIA FATTA LA VOLONTA DEL SIGNORE …X QUESTO GRANDE UOMO <<<<<<<<

  22. Grazie Lisa per questa sua straordinaria testimonianza. Ha aggiunto particolari che avevamo dimenticato su come era don Vinante e ci ha fatto capire che Don Vinante lasciata Villanova si è fatto ben volere dai suoi parrocchiani anche ad Elini…
    Grazie davvero.

  23. ponzina // 15 April 2012 at 01:04 //

    Don Vinante grande uomo grande prete che con la sua vita a dato a tutti un esempio di povertà, e carità fraterna aiutondo tutti ,lo ricordo quando veniva dalle suore con i suoi grandi scarponi destate come dinverno .senpre con il suo sorriso e cosi deve essere un sacerdote testimoniare la sua fede con le opere non con le parole ,grazie DON Vinante per questo esempio

  24. Signor Michele grazie per quanto ha fatto. Come direbbe don Vinante noi adesso dovremmo essere felici per lui però. E difficile farlo con queste lacrime che ci rigano il viso. Ma vediamo di riuscirci. Un grande abbraccio, serve un pò di tempo per capire adesso. Per realizzare. Questa perdita.

  25. Donatella Congiu // 15 April 2012 at 12:23 //

    Grazie Rina, per aver dato voce ai nostri sentimenti di montanari duri e poco avvezzi ad esprimere le emozioni, grazie per averci ricordato una parte della nostra vita (probabilmente la migliore) che avevamo sepolto in fondo alla nostra anima, convinti che questo umile uomo non ci avrebbe lasciati mai. grazie per averci ricordato che Villanova e i suoi abitanti, quando c’era lui, era un posto migliore di quello che è oggi. Don Vinante, in questi giorni, è stato l’argomento principale nel nostro paesello, tutti a ricordare aneddoti belli e brutti sulla sua vita qui, tra noi, tutti a voler dire la nostra, perchè, in fondo, tutti siamo fieri di averlo conosciuto e tutti siamo rattristati dalla sua malattia, e, oggi, ancora di più per la notizia della sua morte……………..Addio Don Vinante, siamo sicuri che sei già in Paradiso, ad organizzare qualche manifestazione o a cantare a squarciagola le lodi al Signore…….. ogni tanto guardaci da lassù e perdonaci se non abbiamo saputo,senza la tua giuda, continuare il bel cammino di fede e carità cristiana che tu ci avevi insegnato e che faceva della nostra, una VERA comunità………………..

  26. Michele // 15 April 2012 at 11:29 //

    .. col cuore pesante, proprio come Rina Brundu ha scitto nella sua lettera, informo che alcuni minuti fa, Don Vinante ci ha lasciati.. A nome di mia moglie Franca, prima nipote, e di tutta la famiglia Fadda Vinante non possiamo che ringraziarvi per la vicinanza mostrata in questo difficile momento. GRAZIE DI CUORE A TUTTI!. Michele Sanna

2 Trackbacks / Pingbacks

  1. Tramonto (Buon viaggio, don Vinante!) | Rosebud - Giornalismo online
  2. Rosebud 2011-2012: gli articoli più letti. Curiosità e numeri. | Rosebud - Giornalismo online

Comments are closed.