PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 10. Breaking News

L’era del pretendismo, la sinistra da Gramsci a Sartori. L’infantile e bamboccione “programma” che manderà Salvini al governo per 20 anni…

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Il giornalista è stimolato dalla scadenza. Scrive peggio se ha tempo. (Karl Kraus)

infantili.jpg

Primo – Pretendiamo che chi è stato eletto vada nelle sedi istituzionali a fare politica invece di fare campagna elettorale permanente”.

Secondo – “Pretendiamo che chiunque ricopre la carica di ministro, comunichi solo attraverso i canali istituzionali”.

Terzo – “Pretendiamo trasparenza nell’uso che la politica fa dei social network, sia economica che comunicativa”.

Quarto – “Pretendiamo che il mondo dell’informazione protegga, difenda e si avvicini alla verità e traduca tutto questo sforzo in messaggi fedeli ai fatti”.

Quinto – “Pretendiamo che la violenza venga esclusa dai toni e dai contenuti della politica in ogni sua forma. E che la violenza verbale venga equiparata alla violenza fisica”.

Sesto – “Chiediamo di rivedere (dalla piazza gridano “abrogare”) il Decreto Sicurezza, c’è bisogno di leggi che non mettano al centro la paura ma il desiderio costruire una società inclusiva e che vedano la diversità come ricchezza non come minaccia”.

Serie “Mandiamo lo scriptwriter a lavorare in miniera… quella sì che era sinistra gramsciana!”