Advertisements
PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

Una donna stupenda e da ammirare: l’avvocato e scrittrice Ayaan Hirsi Ali. Lo spettacolare discorso sulla necessità di rinnovare l’Islam.

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

 

hirsi

Dear Mrs Ayaan, should you happen to visit my site this is to let you know that this speech of yours has been translated into Italian to honour you. You are really a remarkable woman!

Rina Brundu

Mio padre, l’uomo responsabile per la mia educazione, mi ha insegnato che l’Islam è una religione e una filosofia di pace. Per la verità ha detto che una qualsiasi società per essere vera e pacifica deve vivere sotto la legge di Dio, o Sharia.

Non sono più d’accordo con mio padre. È stato un processo graduale che è cominciato quando ho frequentato società liberali come quella olandese o degli Stati Uniti che hanno costituzioni e leggi create dagli uomini. Tali società sono entrambe pacifiche e prospere. Oggidì sono anche in maggiore disaccordo con mio padre sul fatto che l’Islam sia una religione di pace, specie quando guardo alle forze di sicurezza che è stato necessario far venire qui questa notte (nda per proteggerla).

Sei mesi fa la maratona di Boston è stata bombardata da due fratelli in nome dei testi sacri e del padre fondatore dell’Islam.

Non sono d’accordo con mio padre quando penso agli assassinii perpetrati nel West-Gate Mall di Nairobi da parte di alcuni uomini somali, i quali invocavano Allah e Maometto per giustificare i loro terribili atti.

Non sono d’accordo con mio padre quando sento le notizie di questa settimana che parlano di 30 fedeli, tra uomini e donne, uccisi in Iraq mentre pregavano lo stesso Dio e lo stesso Profeta invocato dall’attentatore suicida.

Non sono d’accordo con mio padre quando dice che l’Islam è una religione di pace se penso ai 120000 morti in Siria. La Siria è ormai la scusante per la prossima guerra tra le due principali e più importanti nazioni islamiche, l’Arabia Saudita e l’Iran.

Non sono d’accordo con mio padre sul fatto che l’Islam sia una religione di pace quando leggo ormai quotidianamente notizie di chiese distrutte, di distruzioni di proprietà cristiane, di stupri di donne cristiane, del terribile esodo di cristiani e appartenenti ad altre minoranze religiose dai paesi musulmani. Tutte azioni compiute da uomini in nome del padre fondatore e dei testi sacri dell’Islam.

Non sono d’accordo con il mio caro, amato padre, quando leggo di una adolescente in Pakistan che è stata sparata a freddo da un uomo nel nome di Allah e di Maometto perché voleva studiare.

Ciò di cui ha bisogno l’Islam non è di negare queste gravi evidenze, l’Islam ha bisogno di una riforma! I leader musulmani che vogliono davvero raggiungere una pace vera e duratura debbono rivedere i testi sacri così che vi sia concordanza tra ciò che i musulmani pacifici vogliono e ciò che dice la religione.

Qui siamo in America. Se mettiamo a confronto la legge della Sharia e la costituzione americana notiamo che la costituzione americana ha solo 225 anni, ma è stata modificata 27 volte. Il Corano ha almeno 1200 anni e non è stato toccato una sola volta! Che vergogna! È dunque urgente e imperativo cominciare a fare queste modifiche. È tempo di rinnovarsi, di rinnovarsi, di rinnovarsi. E io, signori e signore, farò ciò che potrò per dare una mano. Grazie!

(Libera traduzione dall’inglese Rina Brundu. Chi volesse può ascoltare il discorso in inglese nei minuti 7-9.30 del video qui linkato).

Advertisements

Regala i noltri libri a Natale. Acquistali qui, risparmia!