Advertisements
PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

Riflessioni sul Quarto Potere (32) – Della democrazia liquida. Sui tre milioni di visitatori alla pagina Facebook di Salvini, o dei nuovi giornali del futuro, oltre le seg*e pseudo-intellettuali di Repubblica.

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

salvini heraldIeri sera è accaduto un fatto gravissimo in Italia, politicamente, istituzionalmente e mediaticamente rilevante; tuttavia, di alcune conseguenze di quell’evento, naturalmente non troverete notizia sui giornali come Repubblica e il Corriere, sempre impegnati con le loro seg*e pseudo-intellettuali e analogiche, e in realtà neppure su Il Fatto Quotidiano che ancora una volta si è rivelato incapace di andare oltre i suoi limiti segnati.

Ma per una classe mediatica ormai al tramonto, è indubbio che gli italiani stiano già su un altro pianeta. Scagli la prima pietra, infatti, quel connazionale civilmente impegnato che ieri sera, dopo il gravissimo incidente dell’avviso di garanzia a Salvini, non si è catapultato sulla sua pagina Facebook? L’ho fatto anche io che di norma schifo quel luogo virtuale che è Facebook. E in realtà i contatti sarebbero stati circa tre milioni. Se poi consideriamo che probabilmente si tratta di adulti, madri e padri di famiglia, possiamo capire che più di un terzo della popolazione italiana ieri sera era connesso a quella pagina Facebook, trasformata in una sorta di Salvini Times, e probabilmente un altro terzo a quella del Movimento.

Cosa sta avvenendo dunque? Sta avvenendo quello che si era provvidenzialmente previsto tanto tempo fa, mentre i direttori dei giornalucoli italiani ridevano della possibilità. Siamo cioè in pieno clima da democrazia liquida. Schifati dai servi dei pochi marrani irriducibili, attentatori alle mammelle dello Stato, semplicemente andiamo tutti quanti a ricercare le notizie alla fonte. Se io voglio sapere cosa pensa Salvini su qualcosa vado sul suo sito, non certo a farmi dire cosa pensa Salvini dal Michele Serra debenedettico, per inciso quello schierato contro i “bulli” meridionali” adesso riscopertosi San Francesco.

Personalmente sono almeno una quindicina d’anni che io seguo questo metodo, anche perché se dovessi andare a farmi spiegare un fatto scientifico, politico, culturale presso queste combriccole redazionali, formate da personaggi che il più delle volte non hanno mai lavorato in vita loro, mai studiato, mai viaggiato, non conoscono le lingue e parlano pure un vernacolo osceno, starei fresca. Ne deriva che tutti quanti, specie i padri e le madri di famiglia, gli insegnanti, dovrebbero istruire i giovani a frequentare i siti delle università, a leggere i “papers” accademici nella loro lingua originale, nonché il senso della critica per farne una giusta ermeneutica.

Sul versante politico è importante comportarsi così per diventare cittadini civilmente coscienti, per non farsi più prendere per i fondelli da codesti bastardi-d’intelletto. Ciò che è accaduto ieri in Italia è gravissimo, ma di buono ha che gli italiani stanno davvero cominciando a capire cosa bisogna fare per lottare contro l’indottrinamento e l’asservimento a-tutti-i-costi, e non ci sono dubbi che la mazzata che codesti truffatori riceveranno sarà importante… la prima occasione saranno le europee… ricordiamocelo, tutti quanti!

Rina Brundu

Advertisements

Regala i noltri libri a Natale. Acquistali qui, risparmia!