Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

In morte dell’antropologa Amalia Signorelli – Il formidabile J’Accuse ai Renzi

AFORISMI MEMORABILI – QUOTES TO REMEMBER


Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

—————————-

No, niente appello! Qui non si tratta di riformare una sentenza, ma un costume. (…) Accetto la condanna come accetterei un pugno in faccia: non mi interessa dimostrare che mi è stata data ingiustamente.

Giovannino Guareschi (lo disse dopo la sentenza di condanna ricevuta per l’accusa di diffamazione mossagli da Alcide De Gasperi)

—————————-

Diario dai giorni del golpe bianco (paperback) di Rina Brundu .

Per l’E-Book clicca qui.

PERLE DI ROSEBUD – IL TEOREMA RENZI-TAVECCHIO-VENTURA

Resistere, resistere, amico mio, con un popolo di pecore la vittoria del lupo non potrà che essere questione di tempo.

(Clicca qui per leggere tutto l’articolo)

asignorelliOggi è morta una donna straordinaria. Una donna che durante i tre anni appena trascorsi, i più perniciosi per la nostra Repubblica dalla caduta del fascismo in poi, si è distinta per la sua etica, il suo coraggio, il suo amore per la nostra nazione, la sua passione politica non in vendita. Questa donna è Amalia Signorelli e non ci sarebbe alcun modo migliore per ricordarla, del lasciare la parola proprio a quei suoi interventi mirabili. Ammiratissimi,

Rina Brundu

10 Agosto 2016

La famiglia di Renzi socio antropologicamente parlando è un caso abbastanza rappresentativo, abbastanza emblematico della  piccola borghesia clientelare e scalatrice italiana, direi della parte peggiore di quella piccola borghesia. Voglio dire… ci hanno fatto assistere a una scena grottesca…. voglio dire c’erano…. delle vecchie virtù delle nonne… capisco che oggi non vanno di moda perché oggi bisogna essere fichi e smart…. ma c’era una cosa chiamata discrezione, chiamata pudore, una cosa chiamata sapersi fare da parte quando è il momento… Insomma non è solo una cosa che insegnavano a noi ragazzine della Roma bene che poi  ci ribellavamo contro queste cose che consideravamo cose delle nonne… però sono delle piccole virtù…. Non mi torna l’assatanamento per il potere. Se c’é un buchino piccolo così, una poltroncina, uno sgabello, bisogna metterci qualcuno dei nostri. Ma dico: vergognati! C’hai potere in tutta Italia: se tuo padre non c’ha da fare e si deve divertire in qualche maniera compragli un cane…

E il vecchio discorso della moglie di Cesare…  una signora che vive  in privato può fare quello che le pare ma la moglie di un uomo pubblico c’ha dei vincoli che le vengono dalla carica pubblica del marito… a maggior ragione il marito. Se è un signore privato può fare quello che gli pare… ma nel momento in cui indossa una divisa, occupa una carica, ha un incarico di livello nazionale… (…ecco…)… da queste persone alle quali si danno stipendi extralusso, vantaggi di ogni genere, aerei personali per andare a fare lo show a Rio De Janeiro… da queste persone bisognerebbe avere almeno un po’ di discrezione e di buon gusto, se non di onestà….

Anche se qua chiedere onestà alla politica italiana…. è un’esagerazione!

Amalia Signorelli da L’aria d’estate (La7)

Tratto da: Diario dai giorni del golpe bianco

Ebook qui

Paperback qui

Leggi anche la biografia di Amalia Signorelli

 

Advertisements

info@ipaziabooks.com

%d bloggers like this: