Advertisements
PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

“Quel vecchio barbuto di cento anni” di Rina Brundu

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Racconti

In realtà la menzione di questa poesia è solo una scusa per ringraziare e augurare buon week-end a tutti. Particolarmente a tutti coloro che sono stati sempre vicini a questo sito, a me personalmente, e che con il loro esempio e la loro forza mi hanno aiutato a continuare. E hanno aiutato a creare questo Rosebud davvero molto bello che, al tempo piacendo, potrà migliorare ulteriormente… di sicuro non mancheranno le “sorprese”, alcune straordinarie, nella prossima stagione.

Besos a todos. RB

Quel vecchio barbuto di cento anni

Quel vecchio barbuto di cento  anni

Cera rugosa e guance cadenti

Capelli cinerei, occhi brillanti

Bastone nodoso e passi pesanti

Vita vissuta, speranza perduta

Sedeva curvo davanti al tramonto

Sedeva solo sotto cielo vermiglio

Splendeva fiero d’antico piglio

 

Quel vecchio barbuto di cento anni

Di cui conservo ancora memoria

Vano ricordo flebile gloria

Sempre sereno attendeva l’aurora

Ne ero sicura: l’amava ancora!

27.05.2016

Rina Brundu

 

Nota bene –  L’immagine che ho usato per la featured image di questo post dovrebbe essere tratta da un quadro di Leonardo Lorettu, ottimo pittore sardo contemporaneo, che ringrazio caso mai passasse di qui.

Tratta da:

Advertisements

Natale 2018 – Regala i nostri libri!