Advertisements
CONTROCORRENTE. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

Su Ferruccio de Bortoli e sull’abuso della dialettica schopenhaueriana da parte del renzismo più scaltro.

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Schopenhauer

Arthur Schopenhauer

“Ho definito Renzi un maleducato di talento,

ma adesso comincio ad avere qualche dubbio sul talento”

Ferruccio de Bortoli, “Otto e mezzo” (La7), 11 maggio 2017

Alla maniera di Dante che davanti alle porte dell’inferno perdeva ogni speranza, confesso che anche io avevo perso qualsiasi speranza sul giornalismo italiano….

Articolo inserito in “Diario dai giorni del golpe bianco” (Ipazia Books 2017). Continua la lettura, clicca qui (o sulla sottostante coperta) per il link alla pagina Amazon dove potrai visionare sia la versione e-book che la versione cartacea del testo.

Advertisements

Chiudiamo Wikipedia. Non si lucra scaltramente sull’impegno di intelletto!

2 Comments on Su Ferruccio de Bortoli e sull’abuso della dialettica schopenhaueriana da parte del renzismo più scaltro.

  1. Mai visto “talento” in Matteo Renzi, a parte quello di sapersi fare al meglio gli affaracci propri, s’intende!

    Like

  2. Quella battuta di De Bortoli, che ha definito Renzi un “maleducato di talento” e che ora ha seri dubbi sul fatto che sia di talento…mi è proprio piaciuta! Ho seguito in parte, perché arrivata tardi, la trasmissione condotta dalla Gruber, e anche l’intervento del caro Massimo Cacciari non mi è spiaciuto per nulla, in quanto in linea con il pensiero di De Bortoli. Un vero galantuomo, e tanto di cappello!

    Like

1 Trackback / Pingback

  1. O LADO ESCURO DA LUA

Comments are closed.