Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Filosofia dell’anima – Onore a Ferruccio de Bortoli. E sull’abuso della dialettica schopenhaueriana da parte del renzismo più svergognato.

AFORISMI MEMORABILI – QUOTES TO REMEMBER

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

I NOSTRI AFORISMI – OUR QUOTES

Avevo solo dieci anni quando, con mio padre Antonio, senatore del MSI, sbirciai per la prima volta su Rosebud… (Ignazio La Russa. aka rb)

Rina Brundu

Schopenhauer

Arthur Schopenhauer

“Ho definito Renzi un maleducato di talento,

ma adesso comincio ad avere qualche dubbio sul talento”

Ferruccio de Bortoli, “Otto e mezzo” (La7), 11 maggio 2017

Alla maniera di Dante che davanti alle porte dell’inferno perdeva ogni speranza, confesso che anche io avevo perso qualsiasi speranza sul giornalismo italiano. Con l’esclusione del grande Marco Travaglio e di pochi altri giornalisti della sua Redazione, non vedevo altra “luce” nel tetro panorama mediatico nostrano. Di converso vedevo il buio. Il buio d’intelletto che è sceso sulla nostra nazione durante i tre anni di renzismo immondo che siamo stati costretti a subire, durante un periodo della nostra storia così brutto da rivaleggiare in nefandezza col periodo storico del peggior fascismo. Un periodo che ha mostrato non solo una classe politica rivoltante come nessun’altra prima d’ora, ma che ci ha infine rivelato la vera “sostanza” di cui era fatto il giornalismo italiano. Senza nessuna offesa per chi è costretto/a ad usare il suo corpo per mangiare, il renzismo ci ha infatti insegnato che il giornalismo italiano era fatto da tenutari di bordelli e da puttane; puttane che hanno prostituito la loro capacità d’intelletto davanti al ducetto di Rignano, puttane che hanno svenduto i loro giornali e i loro valori (se mai li hanno avuti) davanti ad un personaggio politico che ormai davvero non si sa più come commentare.

Come italiana, come cittadina di questo Paese, come cittadina che nonostante tutto non ha mai smesso di amare la sua nazione, io ho provato vergogna, una grande, sentita, fortissima vergogna. Ho provato vergogna per me e ho provato vergogna davanti ai posteri che ci guarderanno, continuo a provarla. È stato dunque con una certa sorpresa che ieri ho ascoltato il direttore e giornalista Ferruccio de Bortoli, mentre invitava Maria Elena da Banca Etruria a querelarlo per le sue scritture sugli intrallazzi Boschi-Banca Etruria riportate nel suo ultimo libro Poteri forti (o quasi) (La nave di Teseo, 2017), e a farlo senza arretrare mai. Chapeau! Chapeau perché De Bortoli lo abbiamo già conosciuto come l’ultimo grande direttore del Corriere della Sera, lo abbiamo già visto “epurato” dal renzismo proprio in virtù della sua forte vena etica, deontologica, ma certamente non si pensava che arrivasse a fare l’impensabile per un giornalista italiano: tirare fuori le balle e sfidare apertamente la politica nel campo aperto delle sue stesse nefandezze! Onore a Ferruccio de Bortoli dunque, nella speranza che i giovani giornalisti seguiranno questa tipologia di esempio, non quello degli altri “venerati maestri” culo e camicia con gli “statisti” che dovrebbero tenere d’occhio.

Ma nell’attesa di un giornalismo italiano fatto d’altra tempra, e nell’attesa delle dimissioni di Maria Elena da Banca Etruria che, basandoci sull’esperienza, arriveranno alle calende greche, ovvero quando la dignità delle nostre istituzioni sarà fiaba proppiana, consoliamoci godendoci (se così si può dire) lo spregiudicato e crescente utilizzo, in ogni studio televisivo pronto a provvedere un microfono, di una innegabile dialettica di tipo schopenhaueriano da parte del renzismo più svergognato. Che significa? Significa che bisogna “disputare”, esternare, annoiare, insinuare, offendere l’avversario, delirare… soprattutto delirare pur di distrarre l’attenzione dal proprio nido di serpi e vincere la partita. 

E la verità?, chiederanno i miei ingenui due lettori e mezzo (loro malgrado incauti ammiratori di Hegel). La verità?! Da quando in qua la politica e i media italiani si occupano di simili sciocchezze, bazzecole, quisquilie, pinzillacchere: scherziamo?! Sic!

Rina Brundu

Advertisements

Lo disse… Nietzsche

Bisogna avere in sé il caos per partorire una stella che danzi. -- (---) -- Il mio tempo non è ancora venuto; alcuni nascono postumi.

Lo disse… OSHO

Non voglio seguaci, persone ubbidienti. Voglio amici intelligenti, compagni di viaggio.

Lo disse… NEWTON

Platone è il mio amico, Aristotele è il mio amico, ma il mio migliore amico è la verità.

Lo disse… Diogene il Cinico

(ad Alessandro che gli chiedeva cosa potesse fare per lui) “Sì, stai un po’ fuori dal mio sole”

Lo disse… Joseph Pulitzer

Presentalo brevemente così che possano leggerlo, chiaramente così che possano apprezzarlo, in maniera pittoresca che lo ricordino e soprattutto accuratamente, così che possano essere guidati dalla sua luce.

info@ipaziabooks.com

2 Comments on Filosofia dell’anima – Onore a Ferruccio de Bortoli. E sull’abuso della dialettica schopenhaueriana da parte del renzismo più svergognato.

  1. Mai visto “talento” in Matteo Renzi, a parte quello di sapersi fare al meglio gli affaracci propri, s’intende!

    Like

  2. Quella battuta di De Bortoli, che ha definito Renzi un “maleducato di talento” e che ora ha seri dubbi sul fatto che sia di talento…mi è proprio piaciuta! Ho seguito in parte, perché arrivata tardi, la trasmissione condotta dalla Gruber, e anche l’intervento del caro Massimo Cacciari non mi è spiaciuto per nulla, in quanto in linea con il pensiero di De Bortoli. Un vero galantuomo, e tanto di cappello!

    Like

1 Trackback / Pingback

  1. O LADO ESCURO DA LUA

Leave a Reply.... Lascia un commento...

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: