Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Il caso Consip (8) – Sul motto del Lingotto d’oro falso: “Tornare a casa per restarci… pardon, per ripartire insieme”. Sulla cultura politica egocentrica e familista.

AFORISMI MEMORABILI – QUOTES TO REMEMBER


Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

—————————-

No, niente appello! Qui non si tratta di riformare una sentenza, ma un costume. (…) Accetto la condanna come accetterei un pugno in faccia: non mi interessa dimostrare che mi è stata data ingiustamente.

Giovannino Guareschi (lo disse dopo la sentenza di condanna ricevuta per l’accusa di diffamazione mossagli da Alcide De Gasperi)

—————————-

Diario dai giorni del golpe bianco (paperback) di Rina Brundu .

Per l’E-Book clicca qui.

Rina Brundu

logo-trolley-per-il-lingotto-del-pd-renziano-879364

Che Jim Messina – il guru mediatico multimilionario scelto prima da Obama e poi da Renzi per le loro campagne politiche più disastrose e perdenti – abbia colpito ancora? Me lo sono chiesta quando…

Articolo inserito in “Diario dai giorni del golpe bianco” (Ipazia Books 2017). Continua la lettura, clicca qui (o sulla sottostante coperta) per il link alla pagina Amazon dove potrai visionare sia la versione e-book che la versione cartacea del testo.

2017-03-12Primailfattoquotidiano-204x300

Advertisements

info@ipaziabooks.com

5 Comments on Il caso Consip (8) – Sul motto del Lingotto d’oro falso: “Tornare a casa per restarci… pardon, per ripartire insieme”. Sulla cultura politica egocentrica e familista.

  1. BELLISSIMO ,GRANDI.

    Like

  2. Grazie, purtroppo sono i blogger a dover supplire alla mancanza di giornalisti (quelli de Il Fatto esclusi) in Italia. Ciao.

    Like

  3. Sono d’accordo. Quel logo è orribile. Continuo però a pensare che l’azione di governo sia stata complessivamente positiva e il voto negativo sul referendum un errore. Quello che riconosco è la gestione sbagliata del referendum. Andava eliminato, approfittando del quesito contestato dalla opposizione e ripresentato suddividendolo in quesiti singoli. Molti sarebbero stati approvati, ma Renzi si è comportato da giocatore d’azzardo forzando spavaldamente la fortuna. Speravo che questo servisse, ma tuttora ha lasciato sfasciarsi il PD con uno stile da bullo che non lascia presagire nulla di buono. Ho cancellato tantissime tue mail per il tempo mancante, ma volevo farti almeno un saluto e un piccolo commento.

    Like

  4. Ciao Andrea, da quanto tempo?!
    Di che email parli? Di quelle di WordPress? Figurati! Puoi cancellarle tutte, lo faccio anche io… basta venire sul sito per vedere i pezzi pubblicati.

    Sono lieta di vedere che il tempo ha portato consiglio, e il Renzie abbia sputtanato la sua vera natura bullica anche davanti a persone come te che gli avevano dato fiducia.

    Questo personaggio ormai ha passato tutti i livelli ora a mio avviso e’ diventato finanche pericoloso per il Paese come lo e’ chiunque non sappia rinunciare alle poltrone.

    A questo punto la responsabilita’ del futuro.. piu’ che sua e’ nelle mani della corte che gli gira intorno: che si rendano conto, prima o poi.

    Ma ho molti dubbi che s’illumineranno. Ciao

    Like

1 Trackback / Pingback

  1. Il caso Consip (8) – Sul motto del Lingotto d’oro falso: “Tornare a casa per restarci… pardon, per ripartire insieme”. Sulla cultura politica egocentrica e familista. – Onda Lucana

Comments are closed.

%d bloggers like this: