LA BARBA DI DIOGENE, Dublin (EIRE) – 17 Years Online. Leggi l'ultimo pezzo pubblicato...

Evento Enigma – Dalla notte dell’onestà alla Notte Europea dei Ricercatori – Researchers’ night 2014 – 2015. Le regole di partecipazione.

640px-Guglielmo_MarconiRicevo e pubblico (ma per una miglior visualizzazione scaricate qui il booklet esplicativo in italiano in versione PDF programma_Enigma_ITA_U(1) - Researchers' night 2014 - 2015):
 
 
L'Evento Enigma si svolgerà nell'ambito della Notte Europea  dei Ricercatori che riunisce centinaia di enti, istituti di ricerca e culturali in tutta la Comunità europea, con attività dimostrative di vario tipo.ha finalità didattico-culturali, volte a rievocare sia le prime radiocomunicazioni sperimentali, anche telegrafiche, svolte da Guglielmo Marconi proprio dall’Arsenale della Spezia, il cui primo messaggio aveva contenuti di universalità e pace per l’umanità intera, sia le immense capacità dell’ingegno umano e della ricerca, collegando il successivo progresso tecnologico della radio ai principali avvenimenti storici del XX secolo, tra i quali, durante la Seconda Guerra Mondiale, l’impiego della macchina Enigma per la codifica dei messaggi militari. L’Evento Enigma in programma rappresenta la conclusione di questo spaccato delle radiocomunicazioni nel XX secolo che, grazie proprio alla ricerca, ha portato dai primordiali apparati di Marconi e dalle valvole, alle comunicazioni satellitari, ai cellulari, alle reti wifi.stazioni radio-amatoriali, via radio in modalità telegrafica “CW”, coordinato congiuntamente dal Museo Tecnico Navale, dalla Sezione ARI della Spezia e dalla Associazione Rover Joe, che avranno una stazione radio installata all’interno del Museo stesso. Tale evento sarà preceduto da un periodo di due settimane durante il quale tutte le stazioni radioamatoriali potranno attivare collegamenti con le stazioni Enigma e Jolly nelle varie modalità radioamatoriali (SSB, CW, PSK31, RTTY, SSTV,…)

L’abbinamento Radio – Enigma deriva da Marconi, che è stato il primo radioamatore della storia e che ha fatto i primi passi proprio alla Spezia in collaborazione con la Regia Marina; l’Enigma rappresenta una delle invenzioni che hanno condizionato le sorti del secondo conflitto mondiale, oggetto ancor oggi di attenzione e laboratorio per migliaia di appassionati nel mondo. È quindi comprensibile il desiderio e l’orgoglio della Marina Militare e dei radioamatori spezzini, avuta la disponibilità dell’Associazione Rover Joe a fornire una macchina Enigma per l’evento, di voler rivendicare tale primato marconiano e italiano organizzando, coordinando ed ospitando un evento di livello internazionale condiviso con quanti nel mondo si riconoscono nei valori dell’ham spirit, coniugando la radiotelegrafia e la codifica dei messaggi con l’etica e la normativa di legge radioamatoriale intercettabile da tutti coloro che siano all’ascolto sulle stesse frequenze, di un messaggio che richiami appunto l’ham spirit e la storia di Marconi, parzialmente codificato per tramite di una macchina Enigma; le due stazioni saranno presso il Museo Tecnico Navale della Spezia e nelle scuderie di Palazzo Aldobrandini a Frascati, sede scelta dal Museo Storico della Comunicazione del Mise, dove opererà la macchina Enigma in esso conservata. Qualora confermate le adesioni di ulteriori Enti/Associazioni istituzionali, tali scambi di messaggi saranno ripetuti sulla base di una lista di traffico che sarà pubblicata con ampio anticipo sulla data dell’evento. La partecipazione sarà aperta a tutte le stazioni radioamatoriali nazionali e straniere che saranno in grado di ricevere e decodificare il messaggio secondo una lista di traffico.messaggio dimostrativo che verrà trasmesso, nonché dell’algoritmo di codifica/decodifica utilizzato, del settaggio della macchina Enigma, dei siti web dove è già possibile scaricare SW emulatori della macchina Enigma e delle loro procedure di settaggio, in modo che la trasmissione del messaggio sia solo fittiziamente criptata, cioè in codice chiarificato e dunque perfettamente intellegibile in ogni parte e nel suo complesso da parte di tutti coloro che si porranno all’ascolto della trasmissione. Il progetto ha ottenuto il nulla osta da parte del Ministero dello Sviluppo Economico con f.n. DGSCERP 32415 in data 23.5.2014.in occasione della Notte europea dei Ricercatori, all’orario stabilito inizierà l’Evento Enigma con uno scambio di messaggi a codice chiarificato, tra la stazione capomaglia situata presso il Museo Tecnico Navale della Spezia e quella abbinata al Museo della Comunicazione del MISE; in funzione delle adesioni ricevute, le due stazioni sopra citate potranno eseguire ulteriori collegamenti in codice chiarificato con le altre stazioni dotate di Enigma reale o virtuale/emulata aderenti.Tutti i collegamenti con scambio di messaggi a codice chiarificato avverranno solo in modalità telegrafica (CW) e saranno attivati dalle due stazioni capomaglia , secondo una lista di traffico, inviando un messaggio in codice chiarificato, contenente il testo simbolico di seguito specificato; ciascuna stazione chiamata dovrà al suo turno rispondere con un messaggio, sempre in codice chiarificato, al quale la stazione capomaglia darà il ricevuto (QSL).Il messaggio sarà composto da una parte in chiaro, che dovrà dare contezza di tutte le informazioni relative all’evento e al settaggio della macchina Enigma e quindi inizierà con l’indirizzo del sito web dedicato all’evento seguito dalla frase “Notte europea dei ricercatori” e dalla sigla dei rotori impiegati; ad essa seguirà una parte codificata, nucleo centrale del messaggio, che inizierà con le parole in chiaro “inizio enigma” seguite da una parte in codice chiarificato, configurata in gruppi di lettere in modalità PARIS, (detta anche “CONVENUTO” = messaggio in codice composto da gruppi di cinque lettere) contenente una frase storica di Marconi e una domanda/risposta sui collegamenti effettuati, e si concluderà con le parole in chiaro “fine enigma”, come da esempio seguente;– notte europea dei ricercatori – rotori XYZ – inizio enigma – frase di Marconi – numero collegamenti effettuati ? – fine enigma,le stazioni chiamate risponderanno con la stessa procedura.un messaggio di saluto e ringraziamento per tutti i partecipanti e per le stazioni all’ascolto inviato dalla stazione capomaglia presso Museo Tecnico Navale.

Ciascuna stazione, sia quelle dotate di macchine Enigma reali, sia quelle dotate di macchine Enigma virtuali/emulate, sia quelle sprovviste di macchine Enigma, qualora ambiscano al rilascio del Diploma o dei Premi, invieranno una email all’Award Manager, contenente il log di stazione relativo ai collegamenti effettuati durante tutto il periodo.La tipologia di macchine originali nella disponibilità di Istituzioni e Privati, tranne rarissimi casi, appartiene alle tipologie I , M3, M4, che furono progettate e realizzate in modo da permettere piena compatibilità di comunicazione tra le varie Forze Armate germaniche e entità “civili” correlate. Esse sono in genere configurate con 3 o 4 rotori in funzione della tipologia e sono compatibili tra loro.una stazione radioamatoriale in unione a una macchina Enigma reale o virtuale/emulata. Per i motivi esposti nel seguito sarà necessaria anche la disponibilità di un computer con accesso in rete.Sarà eseguita una impostazione semplificata rispetto alle reali procedure seguite durante il conflitto dalle Forze Armate tedesche. Il codice posizionamento iniziale rotori (Grundstellung) sarà per tutti uguale e relativo alla data dell’Evento Enigma: 26 settembre 2014 (cioè 26 – 09 – 14 in caso di rotori numerici o Z – I – N in caso di rotori alfabetici, secondo il formato data in uso in Italia, foto 1).

In fase di codifica i rotori disponibili dovranno essere posizionati sull’asse di supporto in ordine numerico crescente da sinistra a destra, (ad esempio II, IV, V oppure I, III, IV) e saranno preventivamente preparati manovrando il cavaliere del “Ringstellung” in modo da fare coincidere le scritte 01 o A (a seconda del tipo di macchina) dell’anello alfanumerico con il simbolo dell’aquila (foto 2).

Dopo avere chiuso lo sportello della macchina si ruotano le ghiere dei rotori in modo da leggere da sinistra verso destra i valori 26, 09 e 14, oppure Z, I e N (foto 1, Grundstellung). Nelle macchine a quattro rotori il primo a sinistra si posiziona a 01/A.
Non si farà uso di alcun cavo elettrico nel quadro delle spine “Stecker” presente solo nelle unità militari.
Le lettere ottenute a seguito della codifica di un messaggio in chiaro verranno trasmesse in gruppi di lettere in modalità PARIS, (detta anche “CONVENUTO” = messaggio in codice composto da gruppi di cinque lettere).

Per la conversione da messaggio codificato a testo in chiaro l’impostazione della macchina sarà identica se quella disponibile in postazione dispone degli stessi rotori della trasmittente. Come già detto i messaggi originati dalla postazione verranno codificati con i rotori disponibili, la cui numerazione sarà indicata in chiaro nel messaggio (così come descritto in altra parte di questo documento) unitamente alla indicazione del tipo di riflessore (ETW) presente (A, B ecc ecc). Per la decodifica dei messaggi con macchina reale, qualora trasmittente e ricevente non dispongano degli stessi rotori, si potrà ricorrere ai numerosi simulatori Enigma in rete.
Sempre in rete sono disponibili utili informazioni tecniche (“Enigma rotors details”) con le quali decodificare manualmente i messaggi, così come sarà possibile realizzando uno dei simulatori cartacei proposti: “Paper Enigma”…….

NOTE

What is the European Researchers’ night all about?
European Researcher’s’ night, as from its first edition in 2006, is a Marie Sklodowska-Curie (MSCA) action, under the Horizon 2020 specific programme “Excellent science”; it consists of a pan-European event taking place on the last Friday night of September. For the first time, proposals for the European Researchers’ nights should cover 2 successive years, i.e.2014 and 2015.In other words, they will cover two events, respectively taking place on Friday 26 September 2014 and 25 September 2015.Proposals covering one single year may also be considered. Its objective, as described in the Work Programme for 2014-2015, consists of: “Bringing the researchers closer to the general public and increasing awareness of the research and innovation activities with a view to supporting the public recognition of researchers, creating an understanding of the impact of researchers’ work on daily life and encouraging young people to embark on scientific careers”.

Featured image, Guglielmo Marconi nel 1874.