Advertisements
PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

Ecco qualcosa di cui non si sentiva davvero il bisogno: il discorso di Giorgio Napolitano (Presidente della Repubblica in pectore?) durante l’inaugurazione dell’attività parlamentare della nuova legislatura.

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

 

Giorgio_Napolitano_daticamera.jpgLa domanda è d’obbligo: ma che sistema scassato abbiamo noi, se il regente la funzione di Presidente del Senato si arroga il diritto (che eventualmente spetterebbe al Presidente della Repubblica in carica, a nessun altro), di fare un discorso mai richiesto, senza arte ne parte? O l’oratore, in questo caso l’ex Presidente Napolitano, noto per la sua ritrosia a ritirarsi a vita privata, si è arrogato tale “onore”?

In altri luoghi più superstiziosi di questo si direbbe: tocchiamo ferro! O meglio tocchiamo tutto ciò che potrebbe portare bene a dispetto dell’incredibile e deprecabile inizio di questo nuovo lustro repubblicano.

Ma è possibile che tra i tanti “usceri” strapagati nel nostro Parlamento non ce ne sia stato uno in grado di fargli capire che c’è un momento per parlare e uno per stare zitti? Di certo c’è solo che oggi l’ex Presidente della Repubblica più inviso di sempre ha perso una buona occasione per stare zitto.

Un’altra!

Rina Brundu

Serie “Quelli abituati a credere che il Parlamento italiano sia cosa loro, acquistato per usucapione, o delle vergogne di un popolo!”. Sic!

Advertisements

Regala i noltri libri a Natale. Acquistali qui, risparmia!