Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Impresentabili : LE FOSSE COMUNI PURTROPPO ANCORA DA RIEMPIRE – I CRIMINI DEL COMUNISMO CON NOME E COGNOME

Goliardicamente vero, purtroppo!

AFORISMI MEMORABILI – QUOTES TO REMEMBER

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

I NOSTRI AFORISMI – OUR QUOTES

 

La “volontà di potenza” renzista più che una degna pulsione infinita verso il rinnovamento, pare una sub-categoria delle filosofie motivazionali new-age in virtù delle quali se “thoughts become things” (i pensieri diventano cose) perché le parole non possono diventare fatti? Detto altrimenti, sembrerebbe che sia perfetta convinzione della corte renzista e di Matteo Renzi in particolare, che basti affermare l’essenza della realtà (pardon, di una data realtà, quella di cui sono convinti e di cui intendono convincere il popolo italiano) per definire quest’ultima. Da qui a venirne fuori con le anelanti e usate dichiarazioni che hanno costellato questi ultimi 30 mesi di laissez-faire politico, economico, amministrativo, il passo è breve: “Il Jobs Act è stato un successo”, “L’Expo è stato un successo”, “La Riforma costituzionale cambierà l’Italia”, “L’Italia è ripartita”… e in ultimo proprio l’odierno “Abbiamo dimostrato di non essere il problema”.

(Dal “Diario dai giorni del golpe bianco” di Rina Brundu, prossimamente).

Roberto Renzetti

libretto-rosso

Il libretto di Mao: una possibile tesi di laurea per la Fedeli?

Purtroppo devo riconoscere una cosa contro la quale mi sono sempre battuto: l’ammissione dei crimini del Comunismo.
Ci stavo ripensando in questi giorni ed ho addirittura avuto degli incubi.
Eppure … Accenno a qualcuno dei massimi crimini.

Cosa pensare ad esempio di Giorgio Napolitano? L’ex presidente, padre di Renzi, alla testa di varie manovre che solo si possono definire crimini.
E cosa dire di Poletti, il Ministro del lavoro che odia i lavoratori ed i giovani. Ai primi ha tolto ogni garanzia mettendoli alla catena dei Vouchers. I secondi, quando cercano un minimo di salvezza emigrando, li ha giustiziati prendendoli a calci. Un vero grasso crimine di uno che è stato comunista, cigiellino e come tale è diventato Presidente della Lega elle Cooperative, passando per cene al Baobab con Buzzi.

E poi c’è quella donna fantastica che si chiama Fedeli, altra carriera esemplare all’ombra di Marx, Lenin e Mao Tze Dong. Credeva l’ingenua che i suoi intensi studi sul Libretto Rosso e sugli inediti di Marx la laureassero. Purtroppo non c’è la Dittatura del Proletariato e queste sue letture nel liberismo da lei spossato significano solo ignoranza totale. Ma la dolce e tenera fanciulla deve rallegrarsi perché finalmente il merito ha vinto. E lei è un esempio vivente di assoluta ignorante al Ministero dell’Università, della Scuola e della Ricerca. Non è meravigliosa la metamorfosi che, questa volta ha trasformato la farfalla in bruco?
Altri crimini sono certamente De Vincenti, Minniti, Finocchiaro, Fassino, Bellanova (altra comunista cigiellina), Romano, Migliore, Di Salvo, Orfini, ….
Per ora mi fermo qui ma qui si tratta di crimini recenti. Ma ne posso ricordare uno del passato, uno davvero gigantesco: Giuliano Ferrara.

Non ho ritrovato un bel libro di Giulietto Chiesa e Vauro sullo stesso argomento. Lo cercherò ancora per essere più completo perché. come sapete, i crimini del Comunismo sono come i Rotoloni Regina, non finiscono mai.

 

Roberto Renzetti

21-dicembre-2016-1-675x675

La bellissima vignetta dedicata da Natangelo al Caso Poletti e pubblicata da ilfattoquotidiano.it

 

Advertisements

info@ipaziabooks.com

1 Comment on Impresentabili : LE FOSSE COMUNI PURTROPPO ANCORA DA RIEMPIRE – I CRIMINI DEL COMUNISMO CON NOME E COGNOME

  1. Caro professore, lei è troppo buono. Io però che sono più “cattiva” invito chi volesse farsi del male a rivedere i circa mille pezzi dedicati da Rosebud in questi tre anni di renzismo nefasto, che mostreranno i nomi e i cognomi di tutti codesti “crimini”, specie quando si presentavano panzuti e satolli davanti alle telecamere a rinnegare se stessi, la loro pseudo-storia e a difendere l’indifendibile renzistico per ragioni di portafoglio. Altro che alta idealità! Altro che passione politica! Altro che intellettualità!

    PS Naturalmente tra quei nomi e cognomi non è da considerarsi il nome Matteo e il cognome Renzi che stanno al comunismo ma soprattutto alla sana politica, più in generale, come il profumo di merda sta a una delicata rosellina di fresco sboccio. Sic!

    Like

Leave a Reply.... Lascia un commento...

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: