Advertisements
PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 9. Breaking News

Romano Prodi e il giornalismo-politico italiano – un quasi aforisma (mio)

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Il giornalista è stimolato dalla scadenza. Scrive peggio se ha tempo. (Karl Kraus)

470px-Romano_Prodi_in_Nova_Gorica_(2c)Ieri, durante la diretta sugli attacchi a Parigi, Rai3 ha evocato Romano Prodi e invocato il suo illuminato parere da mane a sera. Oggi l’ha invitato Fabio Fazio, non prima di averlo presentato come ex Presidente della Commissione Europea, ex Premier italiano (due volte) e “fresco” vincitore della Legion d’Onore francese (2014). Verboso e satollo, Prodi mi ha ricordato un giornalista-politico alla Enzo Biagi: “venerato maestro” in vita, completamente obliato in morte. Potendo scegliere vorrei fare il politico-giornalista alla Oriana Fallaci: invisa a tutti ma immortale!

Rina Brundu

Advertisements

3 Comments on Romano Prodi e il giornalismo-politico italiano – un quasi aforisma (mio)

  1. Mah, solo due osservazioni:
    1) Almeno non aveva un libro da presentare, una rarità da Fazio
    2) Invidio da morire gli inglesi che hanno tanti padri e madri della patria. Noi siamo indubbiamente orfani dalla morte di Lorenzo il Magnifico in poi (1492), fermo restando che meglio orfani che male affamigliati. Sic.

  2. I stand corrected, Gavino. Certo, hai ragione!, imperdonabile dimenticanza la mia. E lo sappiamo bene soprattutto noi sardi che questo paese ha tanti padri nobili: molti erano nati nel 1899 e tra il 15-18 sono morti in prima linea. Nessuna legion d’onore ma la nostra ammirazione e gratitudine. Per sempre. Ciao.

  3. PS fermo restando naturalmente che il mio riferirmi al Magnifico era una iperbole satirica… Di fatto padri della patria e madri… ne abbiamo avuto anche diversi altri, per fortuna!

Comments are closed.