Advertisements
CONTROCORRENTE. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8º. Breaking News

Camusso a Renzi: “Un’ora sola ti vorrei”. E sul perché il renzismo non fa per me.

ROSEBUD TV – Roberto Vecchioni – Samarcanda (Live@RSI 1984)

AFORISMI MEMORABILI E ZIBALDONE


Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

—————————-

No, niente appello! Qui non si tratta di riformare una sentenza, ma un costume. (…) Accetto la condanna come accetterei un pugno in faccia: non mi interessa dimostrare che mi è stata data ingiustamente.

Giovannino Guareschi (lo disse dopo la sentenza di condanna ricevuta per l’accusa di diffamazione mossagli da Alcide De Gasperi)

Diario dai giorni del golpe bianco (paperback) di Rina Brundu .

Per l’E-Book clicca qui.

Attenzione la versione definitiva di questi testi uscirà solo dopo le elezioni politiche


Il caso diffamatorio su Wikipedia 

————————————————–

  • Un popolo che elegge corrotti, impostori, ladri, traditori, non è vittima, è complice (George Orwell). Clicca qui per leggere tutto
  • —————————————————-

 
CHI SARÀ IL NUOVO PREMIER ITALIANO? VOTALO QUI!

Gli stornelli del 4 marzo e dieci validi motivi per cui Luigi Di Maio sarà Premier!

LEGGILI TUTTI QUI

Oppure scarica i PDF e diffondili

Dieci validi motivi per cui Luigi Di Maio sarà Premier!

Stornelli politici per il 4 marzo 2018

———————————–

Promuoviamo una coscienza e una lotta politica civile e democratica. Liberiamo l’Italia dal renzismo, dai suoi interessi familisti, dai suoi boiardi di Stato e dai suoi scandali. Per le ultime notizie su questi argomenti, clicca qui.

Rina Brundu

images

Il renzismo non fa per me, almeno questo ormai mi è chiaro.

Non ho mai votato in vita mia, se non forse la prima volta, quando compii 18 anni. Erano gli edonistici anni 80 e pur senza averne memoria certa ritengo di poter essere stata adolescente rincoglionita abbastanza da bersi gli slogan cool sull’”Italia da bere” che andavano di moda in quei giorni, e quindi di avere votato craxianamente. Non ho mai votato a sinistra di Nostro Signore e neppure per Berlusconi; e questo nonostante in tempi successivi, quando il radical-chichismo italico pur di colpire l’ex Cavaliere non esitava a sputtanare il mio Paese all’estero, la tentazione di farlo fosse forte. Giustifico le mie “tentazioni” politiche giovanili più che come un’identificazione politica a destra, con il mio innato nazionalismo che soprattutto allora era un sentimento che sentivo abbastanza vivo dentro…

Articolo inserito in “Diario dai giorni del golpe bianco” (Ipazia Books 2017). Continua la lettura, clicca qui (o sulla sottostante coperta) per il link alla pagina Amazon dove potrai visionare sia la versione e-book che la versione cartacea del testo.

Advertisements

info@ipaziabooks.com