Breaking News

AFORISMARIO (2007-2016). Aforismi di Rina Brundu

aforismario-di-rina-brunduAFORISMARIO: 2007-2016 (Aforismi) (Italian Edition)

Una raccolta di 520 aforismi ca.

Un estratto

Un genio visionario è colui che sa proiettare la sua immaginazione fuori-dal-sè, finanche oltre il sensibile, oltre tutto ciò che appare e sembra soffocarti nel dato momento. Soprattutto, è uno spirito che raramente si accontenta di vedere il mondo a misura della sua infelicità.

22 luglio 2011

Un bravo critico è sempre solo: non ha famiglia, né amici, né consiglieri, risponde ai diktat della sua anima soltanto.

22 luglio 2011

Tutti intellettuali e artisti di sinistra! Francamente faccio molta fatica a convivere anche solamente con l’espressione intellettuale di sinistra o di destra che sia. L’intelletto è espressione della visione dell’anima e l’anima non ha partiti di riferimento. Tantomeno tessere esibite d’occasione a garanzia dei cultural achievements laddove non può bastare il nostro talento.

11 febbraio 2008

Non vi è nulla di peggio della corruzione intellettuale delle nostre menti migliori. La svendita delle intuizioni dell’anima, il baratto delle sue necessità allo scopo di gratificare l’ego o rimpinguare il salvadanaio. Il corporativismo ideologico per nascondere la povertà delle idee e l’incapacità di rinnovarle mettendole al passo coi tempi.

11 febbraio 2008

La differenza tra un romanzo tout court ed un romanzo giallo è data anche dal fatto che il giallo può concedersi una partenza lenta ma poi DEVE crescere ed esplodere nella sua essenza… in chiusura. Una povera chiusura è il momento in cui il lettore dovrebbe prendere il testo e scagliarlo lontano, possibilmente oltre lo steccato, in maniera da non vederlo mai più…

31 ottobre 2007

Il problema non è tanto il fatto che siamo il ventre molle dell’eurozona, il problema è che ne siamo pure le gambe lente, le braccia pesanti, la mano lesta e il cervello furbo.

31 agosto 2011

Non credo che le femministe avessero un rapporto così conflittuale con l’altro sesso: più semplicemente credo che il femminismo, come tutti i grandi movimenti rivoluzionari, fosse un movimento complesso, costretto, al suo interno, a dare asilo alle necessità delle diverse anime. E senza dimenticare che il suo periodo d’oro è stato in quel 68 che, oltre me, ha portato infiniti altri casini in questo mondo….

01 ottobre 2011

Ho sempre pensato che la differenza tra sinistra e destra nell’Italia pre e post guerra, a proposito di donne, fosse che a sinistra questo fosse il pensiero-unico trattato con paraculismo intellettualeggiante, e che a destra fosse il pensiero-unico trattato con l’arrapata-strafottenza del Pierino del cinema. Ma che adesso si mettano a fare i paraculi intellettuali anche a destra mi pare davvero troppo!

08 settembre 2011

Dice, le donne non sono capaci di fare branco. E certo che non sono capace di fare branco… Intanto deambulo su due gambe, ho un pollice opponibile, ho una postura eretta, non tendo a svernare sugli altipiani o a correre nelle praterie africane. Io sono solo un modesto spirito che scrive e che per caso, o destino, si è incarnato in un corpo femminile. Dato che la scelta era limitata, secondo me l’ho imbroccata…

22 febbraio 2011

Ho sempre pensato che questa endemica questione della parità tra uomo e donna non abbia ragion d’essere: la donna è senz’altro dotata di una intelligenza superiore.

26 ottobre 2010

Molta della filosofia portante questa mia fantomatica Goldrake Generation è racchiusa in maniera mirabile in un’altra gemma tratta dai “Quaderni” di Paul Valéry: “Avendo consacrato queste ore alla via dello spirito, mi sento in diritto di essere sciocco per il resto del giorno”.

10 novembre 2008

Diceva Montanelli che la corruzione comincia con un piatto di pasta. A mio avviso inizia molto molto prima: quando si decide chi invitare a pranzo.

15 ottobre 2011

Quelli che il porcellum è solo l’antipastum prima del vitellum… grassum….

01 ottobre 2011

Fortuna che c’é Internet: davanti alla Rete tutti i cattivi giornalisti sono uguali!

13 luglio 2009

Ritengo che il passaggio dal giornalismo tradizionale ad un giornalismo digitale non sia solo cosa buona, ma che sia pure la sola opportunità di sopravvivenza per questa professione. Soprattutto credo che tale rivoluzione rappresenti l’occasione storica per fare piazza pulita delle molte “incomprensioni” recenti, in virtù delle quali, la bellissima possibilità che ha l’anima di rendere un servizio al prossimo attraverso la scrittura (perché alla fine della fiera questo dovrebbe essere il vero giornalismo), viene scambiata per una imperdibile occasione di carriera glamour.

18 aprile 2009

Nel mio immaginario privato, il giornalista è un cane sciolto che, quando richiesto, deve sapersi trasformare in cane da guardia.

05 novembre 2007

A dispetto delle legittime passioni dell’homo-homo, l’homo-giornalista dovrebbe addestrare se stesso a coltivare il sospetto, la sfiducia per partito preso se necessario. E, nel dubbio, svoltare a sinistra quando il governo è di destra, svoltare a destra quando il governo è di sinistra.

05 novembre 2007

Diciamocelo francamente, l’anomalia italiana (una delle tante in verità!) non è data dalla mancanza di un autorevole (vale a dire credibile) quotidiano di destra che faccia da contrappunto agli autorevoli quotidiani di sinistra già esistenti: l’anomalia conclamata peninsulare è procurata semmai dalla mancanza di un giornale italiano autorevole tout court!

16 ottobre 2007

Ci sono molti modi per raccontare un fatto di cronaca politica e ci sono molti modi per NON raccontarlo. Infine, ci sono svariate possibilità per FARE FINTA di riportare la notizia, EDULCORANDOLA.

16 ottobre 2007

La Rete permetterà una scrematura professionistica naturale, in virtù della quale solo il giornalista davvero bravo potrà essere considerato tale da un lettore sicuramente più informato e capace.

07 maggio 2009

La vanità del mondo – soprattutto quando fa la voce grossa – a volte nasconde una povertà dello spirito che può rasentare la disperazione.

22 maggio 2010

Non è strettamente necessario essere mediocri per fare carriera. Però, aiuta.

22 maggio 2010

Leader si nasce manager si diventa.

22 maggio 2010

Se rinasco voglio rinascere uomo, qualche neurone collocato più a Sud val bene una vita breve ma in salute.

04 agosto 2013

La solitudine dell’anima non si riempie con la compagnia.

18 febbraio 2012

Meglio sminuir sostanza avendola che millantarla essendone privi.

09 novembre 2011

La fiducia dovrebbe essere trattata alla stregua di una medicina potenzialmente nociva: occorrerebbe somministrarla con molta attenzione e tenerla lontano dalla portata dei bambini.

26 ottobre 2011

La ragione è l’illusione dello spirito di essere arrivato.

19 settembre 2011

Quelli che la dialettica in politica è l’arte di partire da un ragionamento apparentemente accettabile per arrivare ad una conclusione sicuramente dannosa.

24 settembre 2011

Ho sempre pensato che gli Ebrei siano il popolo più intelligente. Una intelligenza “sharp” diversa da quella di noi Italiani. La nostra è sharp-furba, la loro è sharp-sharp. Non si può che ammirarli, francamente.

02 aprile 2011

Machiavelli.. che grand’uomo: logico, razionale e dedito al tricche trach soltanto!

02 aprile 2011

Quelli che, incapaci di leggere il dolore intorno, promuovono, a suon di presentazioni di libri, la pace nel mondo…

04 gennaio 2010

La merda ti può girare intorno, ma non ti deve sfiorare mai!

28 settembre 2009

Non importa il fango che gli viene gettato addosso: finita la pioggia, uscito il sole, un vero diamante tornerà a splendere!

03 agosto 2009

Il problema di questa terza (o quarta?) Repubblica è che è figlia (nipote, pronipote?) della prima…. Certo, c’é pure la possibilità che sia bastarda, ma sarebbe troppa grazia, Sant’Antonio!

12 gennaio 2013

Davanti alla crisi tutti i cattivi governi sono uguali.

03 novembre 2011

Dice, il governo tiene nonostante sette franchi tiratori: ma provare una volta con quelli scelti?

22 settembre 2011

Il futuro della sinistra? Io sinistrerò, tu sinistrerai, egli sinistrerà, noi sinistreremo, voi sinistrerete, essi votano Grillo e Di Pietro.

14 settembre 2011

No, il Paese non è ancora proprio morto… ma si sente un tanfo di carcassa così forte che finanche alcuni avvoltoi si sono detti indisposti. E migrano a Sud.

28 luglio 2011

La Realpolitik differisce dalla famosa necessità di Montanelli di andare a votare turandosi il naso, solamente per il fatto che costringe a proteggere le narici finanche oltre-frontiera.

13 febbraio 2011

Il crollo di Pompei? Neanche Ercole riuscirebbe a tenere su tutti i muri in pericolo nel Bel Paese, figuriamoci il ministro Bondi!

02 dicembre 2010

La moralità di chi fa vivere un sistema democratico determina il successo di quel sistema.

16 luglio 2010

Date dinamiche “democratiche” sono mere illusioni. Non per vizio ma per necessità.

22 maggio 2010

In Italia la questione morale siamo noi Italiani. Full stop.

20 aprile 2010

Qui da noi, in Italia, man mano che gli anni passano, il “seggio-politico-faticosamente-conquistato” a titolo-individuale, tende purtroppo a diventare feudo-di-famiglia per usucapione.

12 aprile 2010

Anche davanti a prospettive politiche di immobilismo perenne è inutile dire che, ad attivarsi per sensibilizzare l’opinione pubblica con una certa urgenza, dovrebbe essere compito di un “dato” Giornalismo. Non si nega che sia uno sporco lavoro, ma qualcuno dovrà pur farlo. Difficilmente però potrà farlo un giornalismo apertamente schierato o, viceversa, “inquadrato”. Quasi “piacione” nel suo bearsi dell’essenza-arrivata. Insomma, quel giornalismo che si produce quando lo spirito-che-scrive cede il passo al corpo-che-si-mostra.

12 aprile 2010

Più generalmente mi sorprende che, nell’intera penisola italica, terra madre e matrigna del “carteggio” e dell’armeggio, possa esistere anche un solo faldone in grado di ripristinare la “verità dei fatti”. Qualunque essi siano.

24 dicembre 2008

Io sono una contadina del Gennargentu: il mio sangue è rosso nelle vene e vive insieme a quella cosa che rende noi sardi molto diversi, a quella sardità che nel tempo ci rende tutti banditi o grandi intellettuali. Temo dunque che anche per me il destino sia già segnato e la montagna mi pare ormai l’unica via di fuga!

09 ottobre 2011

Stanotte ho sognato Flaiano. Incazzatttisssimo: cribbio com’era incazzato! Per un attimo ho pensato che avesse conosciuto Tarantini pure lui… “Che c’è?” gli ho chiesto. “Posso aiutarla?”. “Spostati, mi stai togliendo il sole!”. L’ho preso come un ottimo auspicio!

28 settembre 2011

Quelle che scrivono-aforismi, quelle che per provocarti te ne dicono quattro e per offenderti compongono poesie.

18 settembre 2011

Quelle che scrivono-aforismi, quelle che scrivono rare perle menate più dal caso che dalla ragione…. Troppo lungo vero? Quelle che scrivono menate…

18 settembre 2011

Io non so scrivere, non so poetare, non so cantare, non so dipingere, non so suonare la chitarra o il piano. Insomma, nulla di nulla. Sono inutile come ho detto più volte. Io sono soltanto un sub-prodotto virtuale dei tempi che… evidentemente… ama Oscar Wilde.

19 marzo 2011

Io non sono uno scrittore. Tantomeno una scrittrice. Io sono uno spirito-che-scrive. È molto diverso!

18 gennaio 2010

Che impertinenza questo raggio di sole che si ostina a far luce sulla mia miseria!

18 gennaio 2010

Il problema è che non ho mai avuto grandi virtù. Quello che mi rode veramente però è che non ho mai avuto neppure troppi vizi.

11 maggio 2016

Quelli che se la cattiveria nell’anima fosse foco alzerebbero la temperatura dell’inferno.

14 agosto 2011

Quelli che incapaci di salire fin sulla vetta della montagna pretendono di livellarla. Alla loro altezza.

14 agosto 2011

Quelli che li tendi la mano e poi si prendono tutta la spalla, giù giù lungo la spina dorsale e poi nidificano sui “cosiddetti”.

11 agosto 2011

La scrittura è cosa privata: non scrivo perché gli altri mi leggano, scrivo perché ho qualcosa da dire.

08 luglio 2012

A mio modo di vedere la grande letteratura è un cronotopo sui generis dato dall’estetica e dalla profondità. Un tessuto einsteniano, costellato di perle d’imagery che si fanno ammirare e comandano rispetto. Gli altri invece sono libri. E tutti, chi più chi meno, oggidì ne hanno scritto uno. Io per esempio utilizzo i miei per raddrizzare le gambe dei tavolini traballanti e sono la morte….loro.

08 luglio 2012

Quelli che sono un artista incompreso (a), quelli che è solo il genio che mi manca!

14 ottobre 2011

La differenza fondamentale tra i giallisti “golden age” e gli autori moderni che producono il cosiddetto “noir” sta tutta nel genio: i primi l’avevano!

17 settembre 2011

Quelli che, per convincerci della “profondità” della loro scrittura e della loro anima, misurano l’altezza della pila di libri pubblicati….

09 novembre 2009

Quelli del teorema Modigliani-Miller, quelli che muovendo la leva finanziaria da un lato si finisce sempre per infilarla nelle parti basse dall’altro.

04 novembre 2011

Quelli dello scatto d’orgoglio italiano alla risposta, quelli che “Caro Herman, Caro José Manuel, veniamo noio con questa mia addirvi che è stata creata la squadra per raggiungere il pareggio di bilancio già nel 2013. Mi mangio il cappello se Zoff, Gentile, Cabrini, Collovati, Rossi, Altobelli non riusciranno….”.

26 ottobre 2011

Quelli dello scatto d’orgoglio italiano alla risposta, quelli che noi non prendiamo lezioni né dalla Merkel  né da Sarkozy, ma ben vengano le ripetizioni con Carla Bruni….

25 ottobre 2011

Quelli che bisogna aggredire la crisi, quelli che hanno finalmente abbandonato il linguaggio soft tipico della diplomazia finanziaria internazionale per usare toni insolitamente duri: ora la cacca di Wallstreet la chiamano giustamente merda!

16 ottobre 2011

Quelli che il governo regge è il Paese che scricchiola.

14 ottobre 2011

Quelli che si spogliano per gli spot elettorali, quelle che meglio mettere subito a nudo il programma….uhm, politico.

09 ottobre 2011

Quelle davvero esagerate, quelle che stanno per partorire e il cordone è intorno alla clinica…

09 ottobre 2011

Quelli del partito forza gnocca, quelli che compagni rileggevo Marx e a ben guardare non ho trovato obiezioni né contro i nani né contro le ballerine in Parlamento: iscriviamoci!

07 ottobre 2011

Quelli del partito forza gnocca, quelli che compagni rileggevo Kant il quale sostiene che è l’essere razionale che è nella gnocca a votarla al suo unico compito di ringallutizzatrice della specie: iscriviamoci!

07 ottobre 2011

Quelli del partito forza gnocca, quelli che compagni rileggevo Fichte, il quale sostiene che la gnocca afferma la propria dignità diventando un mezzo di soddisfazione dell’homo (pure politicus) e che essa lo fa in piena libertà: iscriviamoci!

07 ottobre 2011

Quelli che la democrazia spera in piazza e spira in Parlamento.

27 settembre 2011

Quelli che la democrazia è imporre il veto… pardon, il voto alle donne.

26 settembre 2011

Quelli che resteremo qui fino alla fine dei tempi, quelli che se Giudizio Universale deve essere almeno che sia BREVE: Niccolò ci sta già lavorando…

25 settembre 2011

Quelli che non faccio politica per piacer mio ma per dare grattacapi a Dio.

24 settembre 2011

Quelli che non faccio politica per partito preso, ma solo per finanziamento illecito.

24 settembre 2011

Quelli che la crisi in America, quelli che “O chiediamo ai più ricchi di pagare più tasse, o chiediamo agli anziani di pagare di più per Medicare. Non possiamo fare entrambe le cose. Questa non è una lotta di classe: questa è matematica!”. Stai a vedere che dietro tutti i casini combinati da Wall-Street c’é la triade Eulero-Grothendieck-Ricci Curbastro….

19 settembre 2011

Quelli che i tedeschi hanno una diversa cultura del lavoro e si fanno un culo così… pardon, e ci fanno un culo così!

19 settembre 2011

Quelli che hanno ucciso il comunismo, quelli che il motore della storia è nel contrasto tra il verde brillante del maglioncino di cashmere e lo sfondo chiaro dello studio per le ospitate tv.

14 settembre 2011

Quelli che hanno ucciso il comunismo, quelli che eguaglianza e libertà… condizionata sono due obiettivi inscindibili.

14 settembre 2011

Quelli che la crisi impone sacrifici, ma poi a sta cazzo di dea Kalì glielo dici tu che qui, in Italia, si fa tanto per dire.

13 settembre 2011

Quelli che la crisi impone sacrifici: babbo, babbo c’è la dentiera della nonna che nuota nella tua cassoulet…. Zitto e mangia!

13 settembre 2011

Quelli che la crisi impone sacrifici, però riduce giorno dopo giorno quella fastidiosa sensazione di gonfiore…. E fanculo al bifidus actiregularis!

13 settembre 2011

Quelli dei tagli alla casta, quelli che spariranno subito 54000 poltrone e le sostituiremo con divani in pelle umana.

09 settembre 2011

Quelli dei tagli alla casta, quelli che aboliremo le Provincie della Cilicia e di Cipro, di Cirene e di Creta, della Siria e della Gallia Transalpina, della Spagna Citeriore e della Macedonia. Di frutta.

09 settembre 2011

Quelli dei tagli alla casta, quelli che basta con le indennità e gli stipendi troppo alti rispetto alla media del Gruppo Bilderberg: aboliamolo!

09 settembre 2011

Quelli talmente “lenti” che uno si domanda come cazzo abbiano fatto quegli spermatozoi a vincere la loro corsa svariati anni fa.

08 settembre 2011

DIO – Non esiste e non potrei mai sposare l’idea di una deità grande e capace che ad un tempo necessiti di preghiere, sacrifici, miti e riti assolutamente ridondanti quando non ridicoli. Se inteso in senso filosofico-scientifico, ovvero come causa-sorgente-delle-cose è invece concetto complesso che fa della sua complessità miglior ragione per considerarlo.

12 gennaio 2013

TEMPO – È tutto. È contato. È il dono più grande che possiamo fare agli altri. Del tempo che gli altri ci dedicano dovremmo essere semplicemente grati.

12 gennaio 2013

VECCHIAIA – È quando lo spirito prende coscienza che è arrivato il tempo di traslocare perché il soffitto è cadente, i muri hanno la muffa e il desiderio di visitare luoghi-altri comincia a farsi impellente.

12 gennaio 2013

La nostra vita deve fare una differenza. Fare una differenza non significa che tutti noi dobbiamo diventare Primi Ministri della Gran Bretagna, ma significa che dobbiamo avere il coraggio di seguire la nostra indole. Anche quando quest’indole ci porta verso sentieri non convenzionali, verso strade che siamo noi stessi i primi a non comprendere.

12 maggio 2016

Non è il lavorare per un editore trendy che fa il giornalista, ma la sua innata passione, la sua innata curiosità, la sua innata determinazione a voler raccontare la verità che gli/le mostrano i suoi occhi, non quella che gli/le passano sottobanco – in forma di pizzini “a buon rendere” – gli amici governativi. Amici con cui peraltro non dovrebbe accompagnarsi: MAI!

2 agosto 2016

——–

AFORISMARIO: 2007-2016 (Aforismi) (Italian Edition)

logo-amzon-titolo

aforismi_front

Product Details

  • File Size: 482 KB
  • Print Length: 145 pages
  • Publisher: Ipazia Books; 1 edition (October 1, 2016)
  • Publication Date: October 1, 2016
  • Sold by: Amazon Digital Services LLC
  • Language: Italian
  • ASIN: B01LXEUFD5

Contents: (clicca sull’immagine per l’edizione digitale Amazon)

INDICE

Serie “Quelli che…”

Anima

Critica

Economia

Epigrafi

Femminismo

Filosofia

Genio

Giornalismo

Internet

Leadership, management e caporalato

Miscellanea

Poesia

Politica

Religione

Rina Brundu

Saggezza

Scrittura

Zibaldone

2015

2016

Una nota autorale

Nota biografica

AFORISMI – PAGINA 2 (2016 and onwards)