LA BARBA DI DIOGENE, Dublin (EIRE) – 17 Years Online. Leggi l'ultimo pezzo pubblicato...

Sulla morte della politica in Italia. Tra Cincinnato e Diogene

di Rina Brundu.

Nei giorni scorsi, in una rara occasione in cui quest’anno ho dato un’occhiata ai siti dei giornaletti italiani, mi è capitato di leggere un occhiello che mi ha lasciato parecchio perplessa. Nel quadretto si trattava di un signor Alessandro Di Battista, già arringatore politico nostrano, il quale avrebbe dichiarato che se otterrà il sostegno popolare (dove? quando?) “lo farà pesare”. Pensa tu! Se non ricordo male questo è un altro di quei giovanotti di belle speranze che quando si insediò l’attuale governo delle “poltrone viventi”, nel momento in cui il voto del 4 marzo 2018 fu tradito con spregio epocale, nel momento in cui la nostra democrazia è stata calpestata senza vergogna alcuna da quattro guru poltronari, si accodò come un gattino spaventato, sì rassegnò alla seconda fila e.. amen!

Pensa tu, però starebbe pensando di fare “pesare”, nel futuro prossimo, il credito che evidentemente ritiene di avere maturato per tanto ardire, per essere diventato un altro esempio di coerenza-grillorenzista, un altro cagnolino al guinzaglio della peggiore classe politica che abbia mai rappresentato la nostra nazione. La fortuna di Di Battista è che vivendo nella penisola dell’endemica crisi economica procurata proprio dai signori con cui si accompagna politicamente, e dai loro compari politici, i quali in alcuni casi mangiano alle spalle della nazione da decenni, impunemente, alcuni connazionali potrebbero pure ricascarci. Bisogna tenerlo in conto. Bisogna tenerlo in conto anche perché nel nostro sventurato paese la coscienza politica è esistita di rado in passato; oggigiorno, invece, è mito perduto nel ricordo, dinosauro estinto. A tutti gli altri, a coloro a cui Di Battista e i suoi compagni di merenda non hanno più nulla da dire, non resta che contare i giorni che ci separano dal momento in cui, lorsignori, leveranno il deretano dal caro scranno (caro per il contribuente che lo sovvenziona, s’intende!). Si tratta di aspettare altri due anni circa, d’accordo, ma occorre farsi forza. Naturalmente, lo sappiamo, alcuni di questi figuri riusciranno a farsi rieleggere, non si chiamerebbe mala-politica italica altrimenti, ma almeno diminuirà l’indignazione dell’anima per il disprezzo che hanno mostrato verso il mandato dato dagli italiani.

E, chissà, se siamo fortunati, l’Italia, dopo dieci anni di dittatura-politica effettiva, di governi non rappresentativi del volere popolare, potrebbe pure riuscire ad avere un Premier legittimo e riconosciuto come tale non solo dal popolo ma soprattutto dal popolo che vota: tutto può essere! Se la nostra storia recente è un metro valido, è molto più probabile, però, che l’unico modo per vederli abbandonare il disiato scranno sia attendere il 2068 quando l’asteroide Apophis potrebbe colpire il pianeta e quindi ridurre anche codesti signori allo stato di dinosauri estinti. Estinguerci con loro sarebbe invece un onore: tutto pur di preservare l’well-being dei posteri!

Riflettendo sulle deliranti dichiarazioni di cui sopra, mi sono infine tornati in mente (chissà perché poi?) l’esempio politico di Cincinnato e quello intellettuale di Diogene: il primo, lungi dal “far pesare” la sua influenza, preferì abbandonare la carica politica eticamente e faticosamente guadagnata per tornare a lavorare nei campi, il secondo, al confabulare con i potentati di turno, preferiva il sole e il desco con i cani!

Pensa tu che coscienze, che spiriti, che intelletti, che anime splendenti! Noi, di contro, siamo costretti a confrontarci con i Di Battista, con i suoi compagni di merende grillorenzisti e con i giornaletti analogici stile Pravdasera nei quali queste sconcezze vengono pure riportate! I miei studi filosofici del periodo vogliono convincermi che nulla accade per nulla, che tutto ha un senso nel multiverso, che finanche questi filibustieri della politica abbiano una “source” che li guida, che li ama incondizionatamente, sarà, ma quando passo ad altro stato dell’Essere – proprio come ci è passata l’arte del far politica in Italia – io voglio spiegazioni. Convincenti! Architetto del multiverso o meno….   

Leave a Reply.... Lascia un commento...

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.