Advertisements
PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 9. Breaking News

Notte della Repubblica (1) – L’ora più nera dei Cinque Stelle alla guida del peggior “ancient regime”. E qualche nota su come funziona la “democrazia” pentastellata.

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Il giornalista è stimolato dalla scadenza. Scrive peggio se ha tempo. (Karl Kraus)

bue.jpg

Esemplare di “popolo bue” preferito dai pentastellati?

Confesso che faccio fatica a scrivere questo post, ma credo sia mio dovere farlo e lo farò con la stessa onestà che ho sempre messo nel mio raccontare, indipendentemente dall’argomento trattato o da chi fosse il target della mia critica.

Prima di tutto bisogna partire da ciò che è accaduto in Italia una decina di giorni fa circa. Cioè bisogna tornare indietro a quel momento di follia totale e senza precedenti che ha riguardato il leader felpato della Lega, il signor Matteo Salvini. Di fatto, Salvini, sorprendendomi alquanto, si è rivelato altra persona da quella che avevo sempre pensato che fosse. Io avevo creduto infatti che il leader leghista non fosse una cima, un intelletto elevato, ma una persona leale sì.

Ho sbagliato! Probabilmente questo stesso errore di giudizio lo hanno fatto anche tanti altri italiani: pazienza! Errare è umano… il problema si pone però quando il vizio caratteriale che genera l’errore si comporta alla stregua di una pietruzza che inizia a rotolare e poi diventa una slavina. Questo è accaduto in Italia in questi giorni, mentre la vittima di questo epocale disastro è stato il Salvimaio, ovvero l’unico governo dell’ultimo mezzo secolo che abbia avuto per tutto il tempo l’approvazione incondizionata degli italiani.

Matteo Salvini resta dunque il primo e maggior responsabile del caos politico che regna in Italia in questo momento, e probabilmente del “peggio” che verrà. Ma se la Lega non ha fatto una bella figura che dire dei Cinque Stelle che in queste ore stanno consegnando l’Italia al peggior partito che abbia mai governato il nostro Paese? Al partito del caso Bibbiano, al partito del Caso Consip, al partito del renzismo e di tutto ciò che di peggio si è visto in Italia nell’ultima decade? Che dire di quei Cinque Stelle che sono nati incendiari e adesso si sono ridotti a un covo di vecchie comari che parlano di rosari, di Chiesa, che incensano la diseducazione civile a tutto tondo? Che dire di quei Cinque Stelle del “Mai col PD!” e si vendono per qualche poltrona? Che dire di quei Cinque Stelle che non hanno saputo dimostrare la maturità necessaria a cazziare Salvini – sì, certo, era doveroso farlo – per poi tentare di non buttare il bambino con l’acqua sporca e non trascinare la nazione nell’ingovernabilità?

Be’ io potrei dire tanto… Potrei persino pubblicare qua sotto degli interessanti screenshot di come sul loro sito si trattano le critiche… di come il partito fondato da Grillo e Casaleggio stia allevando un popolo bue, incapace, senza forza, senza capacità di critica… ma non lo farò. Non lo farò perché per quattro anni ho sostenuto questo Movimento con forza e con entusiasmo, credendo fermamente nella sua mission etica (un altro abbaglio?). Non lo farò perché so che un buon 90% dei suoi elettori sono persone oneste che davvero vorrebbero un cambio di passo nella politica italiana… certo è però che io non sosterrò mai questo immondo inciucio politico che favorirà solamente il ritorno della classe politica più vigliacca e interessata della Storia.

Per quanto mi riguarda noi viviamo ora il tramonto di un sogno in previsione dell’arrivo della notte della Repubblica: immagino Casaleggio rivoltarsi nella tomba, mentre Grillo mi ha davvero sorpreso: cosa non si fa per avere il plauso di quattro mendicanti mediatici che non conoscono nulla che non sia l’adulazione delle chiappe altrui!!

No, io non mi farò complice di questo Movimento e non lo sosterrò più fino a che non ci sarà quel cambio di passo necessario alla sua rinascita. Perché è durante le notti più cupe che la ragione si addormenta e produce i suoi mostri più immondi!

Vergogna! Si abbia almeno la decenza di restituire la parola al popolo!

Rina Brundu

Advertisements