PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 9. Breaking News

Dalla strage di Sant’Anna di Stazzema ai selfie di chi cinicamente e oscenamente bacia rosari e vuole “pieni poteri”.

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Il giornalista è stimolato dalla scadenza. Scrive peggio se ha tempo. (Karl Kraus)

nazis.png

di Renato Pierri.

Leggi il ricordo dell’efferata strage perpetrata a Sant’Anna di Stazzema, al tempo in cui in Germania e in Italia governavano uomini con pieni poteri. Furono massacrate 560 persone inermi, tra cui 130 bambini. Si era nell’agosto del 1944. Avevo otto anni. Hai i tuoi ricordi della guerra, della paura della guerra, della paura che era nell’aria e negli occhi dei genitori, la paura delle bombe su Carrara, e delle cannonate verso la fine della guerra. Il ricordo di quando si fuggiva dalle case alle sirene d’allarme, il ricordo delle bombe sulle case in via Groppini. Era il 18 gennaio del 1945. Persero la vita 65 cittadini, tra cui 14 bambini tra i due mesi e i dieci anni. Era il tempo in cui in Italia governava un uomo con pieni poteri. Leggi, ricordi, e ti viene una grande, profonda tristezza al pensiero che c’è gente oggi, nel nostro Paese, che si mette in fila per avere una foto con un uomo che sogna di avere pieni poteri. Un selfie con chi cinicamente e oscenamente bacia rosari e vuole pieni poteri. Neppure se mi pagassero!