Advertisements
PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 9. Breaking News

Sulla battaglia per il Copyright e il Google Quality Control in Rete. Sul dovere di ogni autore, editore, giornalista, di attivarsi

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Il giornalista è stimolato dalla scadenza. Scrive peggio se ha tempo. (Karl Kraus)

coprPresto ci saranno delle votazioni importanti in Europa per il Copyright, il diritto d’autore e il Google Quality Control in Rete. Se sei un autore, un editore, un giornalista, una persona impegnata a qualsiasi titolo in attività intellettuali e culturali, hai il dovere di attivarti e di fare qualcosa contro i pirati e gli avvoltoi informatici della Rete. Se preferisci, copia i sottostanti dieci statements a difesa del lavoro d’intelletto e scritturale e girali ai tuoi interlocutori, culturali, politici: fai la tua parte, aiutaci a rendere la Rete un luogo dove la fatica intellettuale e l’impegno onesto, la qualità informazionale siano premiati.

In particolare, ricordati che:

1) Nessun ragazzo italiano, mai, dovrebbe “acculturarsi” presso fonti non certificate

2) L’impegno culturale e intellettuale è una cosa seria, modella la vita, la determina.

3) Chi si occupa di scrittura e di studio non opera come le società care a Mario Puzo.

4) Bisogna lottare contro il bullismo e la diffamazione online.

5) L’informazione in Rete è pure una cosa seria, il governo deve lavorare con i migliori editori digitali, come Google, per assicurare un google ranking basato sull’attendibilità e qualità della fonte.

6) Bisogna proteggere le aziende in Rete e il loro diritto ad avere informazioni controllate.

7) Bisogna proteggere la salute delle persone dato che a volte ci sono analisi eziologiche wikipediche (sovente fatta dagli esperti di manga) in higher ranking di quelle effettuate da seri istituti medici. Non ci dovrebbero essere comunque “analisi eziologiche” wikipediche perché qualcuno potrebbe prenderle sul serio, spacciarsi per medici è un reato!

8) Non bisogna credere alle balle che si sentono: la libertà della Rete non è in pericolo se chiudono quattro pagine scopiazzate. È piuttosto il contrario, dato che potrete usare la Rete godendo di un privilegio che vi spetta di diritto (cioè non spetta solo ai figli di papà): la qualità!


9) Occorre sostenere la grande editoria anche enciclopedica italiana. Noi abbiamo una grande enciclopedia che si chiama Treccani, aiutatela a crescere, a imporsi sulle pseudo-creazioni incensanti l’ignoranza d’oltreoceano. Proteggete il made in Italy culturale!

10) Diffidate sempre da chi non si firma con nome e cognome e non si può tracciare, ma si sta offrendo come educatore dei vostri figli: prendereste medicine dal mago do nascimento? No?! Beh, la cultura e l’informazione non sono meno importanti della salute fisica!

Ma soprattutto non sborsate denaro, perché su quel sito si mira alla grana come abbiamo visto in parecchie occasioni… gli autori e gli editori seri non vanno chiedendo elemosine nei loro siti!

studia-sulla-treccani-non-su-wikipedia1

 

 

Advertisements

Leave a Reply.... Lascia un commento...

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.