Advertisements
PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 9. Breaking News

MASSIMO PITTAU – DIZIONARIO DELLA LINGUA ETRUSCA SPETTACOLARE EDIZIONE 2018 – Estratto dalla lettera V

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Il giornalista è stimolato dalla scadenza. Scrive peggio se ha tempo. (Karl Kraus)

dizionario-etrusco-5.jpg

Veru «Veronio», gentilizio masch., da confrontare con quello lat. Veronius (RNG) e probabilmente anche col lat. veru «spiedo, giavellotto» (indeur.; DELL) (Ta 2.35; Vc 1.46; Cl 1.513, 1393, 1666).

Verunia «Veronia», femm. di Veru (Pe 1.1039), da confrontare col toponimo Verona (LIOE 119) (nell’iscrizione Cl 1.1737 va emendato in Venunia).

Verus «di Veronio», genitivo di Veru (Cl 1.2175; Pe 1.11).

Verusa «quella (figlia) di Veronio», patronimico pronominale del gentilizio Veru (LEGL 108-109) (Cl 1.514, 1394).

Verusla «di quello-a (figlio-a) di Veronio», patronimico pronominale del gentilizio Veru in genitivo (LEGL 108-109) (AS 1.113).

ves probabilmente abbreviazione di uno degli antroponimi seguenti (isolato su vaso; OI 0.29).

Vesacanei «Vescnia», variante del gentilizio Vescnei (Cl 1.416).

Vesacnei «Vescnia», femm. del gentilizio Vesacni (Cl 1.507). Vedi Vescnei.

Vesacni probabilmente «Vescnio», gentilizio masch., da confrontare con quello lat. Vescnius (RNG) (Cl 1.508). Vedi Ve[s]cnisa.

Vesacnisa «quello-a (figlio-a) di Vescnio», patronimico pronominale (LEGL 108-109) del gentilizio Vesacni (Cl 1.1123). Vedi Ve[s]cnisa.

Vescnal «di Vesconia», genitivo di Vescnei (AS 1.128; Cl 1.1392, 1668; Pe 1.791). Cfr. Velcznei (CIE 4128, 4129-4133).

Vescnei «Vesconia», femm. di un gentilizio *Vescni (Cl 1.1667). Vedi Velcznei, Vescunia.

Ve[s]cnisa «quello-a (figlio-a) di Vesconio», patronimico pronominale (LEGL 108-109) di un gentilizio *Vescni, da confrontare con quello lat. Vescnius (RNG) (Cl 1.2066). Vedi Vesacnisa.

Vescu «Vesconio», gentilizio masch., da confrontare con quello lat. Vesconius (RNG), nonché col lat. vescus «magro, sottile, mal nutrito» (di origine incerta; DELL) (TETC, TLE 448); Arnth Arntle Vescu Alfnal cla[n] «Arunte *Aruntilio Vesconio (figlio) di Alfinia» (2 gentilizi o gentilizio e cognomen) (su ossario; AS 1.228 – rec) (AS 1.229; Cl 1.600). Vedi Vescus.

Vescunia «Vesconia», femm. del gentilizio Vescu (Cl 1.509, 640, 951, 2472, 2473, 2474). Vedi Vescnei.

Vescunias «di Vesconia», genitivo di Vescunia (Cl 1.510, 923, 1522).

Vescus «di Vesconio», genitivo di Vescu (Pe 1.995); Thana Titi Vescus lautnitha «Tana Titia domestica di Vesconio» (su tegola; Cl 1.1150 – rec).

Vescusa «quello-a (figlio-a) di Vesconio», patronimico pronominale del gentilizio Vescu (LEGL 108-109) (Cl 1.506, 1151, 2529, 2530).

Vesi «Vesio-a», gentilizio masch. e femm., da confrontare con quello lat. Vesius (RNG) (Cl 1.250; Pe 1.734, 738, 739, 740, 741, 838, 1038; Um 2.6, 7). Vedi Vezi, Vesis.

Vesial «di Vesia», femm. del gentilizio Vesi, in genitivo (Cl 1.874; Pe 3.3).

Vesialisa «quello-a (figlio-a) di Vesia», matronimico pronominale del gentilizio Vesia (LEGL 108-109) (Cl 1.183).

Vesialissa «quello-a (figlio-a) di Vesia», variante grafica di Vesialisa (manca nell’Index ET); Ve Caceina Vesialissa «Ve(l) *Cacaenio quello (figlio) di Vesia» (su  ossario; Vt 1.59 – rec).

Vesinei «Vesinia», gentilizio femm., da confrontare con quello lat. Vesinius (RNG) (Cl 1.1669).

Vesis «(di) Vesio», genitivo patronimico fossilizzato (LEGL 78), di Vesi (Pe 1.735, 736, 742, 743, 1037, 1230).

Vesta(rcnal) «(di) Vestergennia», femm. di Vestarcnies, in genitivo (Pe 1.412).

Vestarcnies «(di) Vestergennio», gentilizio masch. in genitivo patronimico fossilizzato (LEGL 78) (su parete di sepolcro; Ta 1.6 – rec). Vedi [V]estricin[a].

Vestiricinala «a Vestergennia», gentilizio femm. in dativo. (Cr 3.20 – 6:p, su anfora) mi Aranth Ramuthasi Vestiricinala muluvanice «Arunte mi ha donata a Ramta Vestergennia» (manca nell’Index ET). Vedi Vezthrnei, [V]estricin[a]; cfr. Venala, seleitala, Smu{c}inthiunaitula.

Ves[trac]e «*Vestracio», gentilizio masch., da confrontare con quello lat. Vestricius (RNG) (OB 2.23).

Vestraces «(di) *Vestracio», genitivo patronimico fossilizzato di Vestrace (LEGL 78); mi Arnth Vestraces mlaχas «io (sono) Arunte *Vestracio sciogliendo un voto» (su vaso; Cr 2.115 – 5:).

Vestrcial «di Vestricia», gentilizio femm. in genitivo, da confrontare con quello masch. lat. Vestricius (RNG) (Cl 1.816). Vedi Vestrekesca.

Vestrcnas «di Vestergennio», gentilizio masch. in genitivo, da confrontare con quello lat. Vestergennius (RNG) (Pe 1.25, 26). Vedi Vezthrnei, Vestrcnie, Vestrecnas.

Vestrcni «Vestergennia», femm. di Vestrcna(-s); [Ramth]a Vestrcni «Ramta Vestergennia» (su cippo sepolcrale; Ta 1.5 – rec). Vedi Vezthrnei, [V]estricin[a].

Vestrcnial «di Vestergennia», genitivo di Vestrcni; [thu]i Ramatha Velus Vestrcnial puia / [am]ce Larthal Lartha[lisl]a svalce XIX «qui (c’è) Ramta (figlia) di Vel (e) di Vestergennia / fu moglie di Lart, di quello (figlio) di Lart, visse 19 (anni)» (su parete di sepolcro; Ta 1.49 – 2:).

Vestrcnie «Vestergennio», variante di Vestrcna(-s) (REE 63,26-27).

[Ves]trecneal «di Vestergennia», variante di Vestrecn(i)al (Pe 1.1113).

Vestrecnal «di Vestergennia», variante di Vestrcnial, Vestrknal (AS 1.406; Pe 1.1272). Vedi Vestrnalisa.

Vestrecnas «di Vestergennio», variante di Vestrcnas (Pe 1.677).

Vestrekesca (Vestrekes-ca) «quello di Vestricio» (su vaso; Ve 2.6 – 6:). Vedi Vestrcial; cfr. Avilesca, Namureska, Tinsta.

[V]estricin[a] «Vestergennio», gentilizio masch., da confrontare con quello lat. Vestergennius (RNG) (su vaso; Ve 3.40 – 6:). Vedi Vestarcnies, Vestiricinala.

Vestrknal «di Vestergennia», variante grafica di Vestrcn(i)al (REE 60,22).

Vestrnalisa «quello-a (figlio-a) di Vestergennia», matronimico pronominale (LEGL 108-109) fatto su Vestrecnal (Ar 1.23) (manca nell’Index ET).

Vesucusa «quello (discendente) da Vesucio» (per via materna o collaterale; LEGL 108-109), gentilizio masch., da confrontare con quello lat. Vesucius (RNG), nonché probabilmente col ((proto)sardo busucca «vescica urinaria» (DILS); Vel Arntle Vesucusa «Vel *Aruntilio quello (discendente) da Vesucio» (su ossario; AS 1.225 – rec).

Vesuna probabilmente nome erusco di «Arianna» (eroina mitologica) ed uguale ad Esia (Vs S.15).

Vet probabilmente abbreviazione del gentilizio masch. Vete (su patera; Ta 2.32; Pe 1.1291).

Vetalu (NU N.9, 30, 31 su monete) «Vetulonia», una delle più antiche e principali città etrusche, facente parte della dodecapoli. Compare anche come Vatl, Vatlun, Vatlu[n]i su altre monete (ThLE; LEGL 92). È molto probabile che il toponimo sia corradicale col lat. vetus,-eris «vecchio-a» (di origine incerta; DELI s. v. vieto) e più precisamente col lat. vetulus-a-um, indicando e sottolineando l’antichità del centro abitato. Cfr. Orvieto (da Urbs vetus), Cerveteri (da Caere Veteri), Capua Vetere, Civitavecchia, ecc., ecc. (LIOE 121). Vedi vetus.

Vetalus, Vethalus «di *Vetallo», gentilizio masch. in genitivo (su una patera e su in bacile; Sp, REE 58,7).

Vetana «Vetanio», gentilizio masch., da confrontare con quello lat. Vetanius (RNG) (Cl 1.321).

_____________________

Advertisements