Advertisements
CONTROCORRENTE. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

No smoking, please! Pillole di filosofia del… fumo.

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

 

no-43907_960_720Mi ha colpito come il recente clamore mediatico procurato dalla malattia di Marchionne, un cancro ai polmoni, non abbia sollevato alcuna discussione sui pericoli del fumo. Nessuno lo ribadisce ma questa particolare forma di perniciosissimo tumore è quasi sempre procurata dal fumo.

Non ho mai fumato una sigaretta in vita mia, manco una. Non lo considero un merito però dato che ritengo che la causa di questo fatto sia da ricercarsi nel disgusto che mi procura l’odore del fumo, e soprattutto dalla ferma convinzione che non serva usare le sigarette o le droghe per allontanarsi dalla realtà visto che tanto poi ci devi tornare comunque coi piedi per terra; penso anche che ognuno debba potersi fare di ciò che vuole se è maggiorenne… però ribadire che si dovrebbero evitare le sigarette sarebbe un dovere etico anche di un dato giornalismo… che naturalmente se ne frega: vuoi mettere se qualche multinazionale volesse comprare il nostro spazio pubblicitario?

Non è vero che tutto è destino… una qualche % del percorso dipende pure da noi: detto altrimenti se Marchionne, e come lui tantissimi altri, avessero avuto la forza di smettere con il vizio del fumo forse la loro strada sarebbe stata meno traumatica, anche per le famiglie coinvolte. Non che si sarebbe trattato di un cambiare per modificare le fondamentali leggi del nostro esistere: che finiremo tutti in fumo è garantito, comunque!

Rina Brundu

Advertisements

Chiudiamo Wikipedia. Non si lucra scaltramente sull’impegno di intelletto!