Advertisements
PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

Su una giornata e una pagina di politica italiana davvero nera!

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

 

thunderbolt-1905603_960_720 (1).pngCazzona! Eh, sì, questo è il titolo con cui mi autopremio quest’oggi! Dato che in fondo mi resta solamente la mia onestà intellettuale - e quella esige che io adotti con me stessa lo stesso approccio che riservo agli altri - è giusto che avendo fatto una immane cazzata io diventi una cazzona! Del termine peraltro mi spaventa solo l’imponenza semantica che ha, che pare esagerato rispetto al faccino che mi ritrovo di questi tempi, ma dato che non è l’abito che fa il monaco, e neppure la faccia, cazzona ero e cazzona resto!

Di quale cazzata che ho combinato sto parlando? Di quella che mi ha visto impegnarmi su questo sito per circa 90 giorni tra la fine dell’anno scorso e l’inizio del 2018, sacrificando ogni mia inesistente vita sociale (anche se quello francamente è stato il solo bonus, considerando la repulsione che ho per la vita di società e il chatting off-line, per dirla con Sheldon Cooper), onde sostenere la campagna “Di Maio Premier” e M5S al governo: cazzona! Dedicai a questo signorino infiniti articoli, cazzona! Gli dedicai una rivista ancora tracciabile qui sul sito: cazzona! E il tutto si risolse in decine di migliaia di pagine viste… che non saranno chissà che ma fanno numero…. Specie quando sono diverse, colorate, e tendono a raccontare le cose con capacità e onestà di metodo: cazzona!

E perché ho fatto tutto questo? Per avere il tal Lorenzo Guerini, braccio destro di quel duce di Rignano coinvolto direttamente (via familiari e carica che ricopriva) e indirettamente (in mille modi), in quel Caso Consip che è forse il caso più disgustoso di tutta la nostra storia repubblicana, capo del Copasir: cazzona! Per avere uno di quel partito che per cinque anni ha infangato l’Italia a suon di scandali e di malefatte, a capo di uno dei nostri più importanti servizi: cazzona! Per avere tutto ciò che ai miei occhi rappresenta il marcio politico, amministrativo, etico, a capo di una di quelle entità che debbono difendere gli interessi non familistici ma della mia madrepatria: cazzona! E mi fermo qui che è meglio: cazzona!

Ma a chi debbo codesta incoronazione? A quel Luigi Di Maio che volevo Premier e alla sua ancella sinistrica Roberto Fico: cazzona! Certo, ci sono tragedie politiche più grandi di questa… al momento non mi viene nulla in mente a parte uno scontro tra pianeti che possa catapultare nello spazio siderale il presente “cabinet”…. ma sicuramente questa è una di quelle che segna: cazzona! Possibile non ci fosse neppure un Gasparri, una Meloni, un nettacessi di Berlusconi, un migrante senza lavoro a cui affidare questo incarico? Mi andava bene anche un Bersani, un Cuperlo, un Emiliano, ma proprio il braccio destro del più pericoloso politicante che abbiamo avuto nella Penisola dai tempi di Caligola in poi, dovevano scegliere?!

Cazzona, cazzona, cazzona! E francamente anche se da questa mattina continuo a sputare sul viso di Di Maio ogni volta che lo vedo inquadrato sul giornale di Gomez, sempre, non aiuta, a nulla serve! Che vergogna, che vergogna! Una giornata nera per l’etica, per l’Italia, per la politica, per tutto ciò che speravamo ancora di poter salvare dallo sfascio epocale che il Sistema-renzistico ha procurato! Pensa un po’ adesso chi abbiamo a spulciare sui nostri files? Il duce in persona! Fortuna che da queste parti adottiamo la pratica del pubblicare tutto in chiaro…. ma c’é davvero da avere paura!

Mai mi sono sentita così offesa come cittadina italiana, come essere etico e raziocinante, come individuo che ha nell’onestà della sua anima e nella sua trasparenza il difetto peggiore!

Ho detto che sosterrò Salvini alle europee e lo farò! Del resto non ho neppure altre scusanti… Lear l’ho ben studiato all’università e dovevo ben saperlo che il vero pazzo non era il “fool”…. Se poi dobbiamo morire tutti salviniani pazienza, meglio mille volte morir salviniani che vivere un solo istante da renzista!

Cazzona! Cazzona! Cazzona!

Io… voi… disgustosi, vergognatevi!

Rina Brundu

Advertisements

Regala i noltri libri a Natale. Acquistali qui, risparmia!