Advertisements
PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

Russia 2018. La squadra avversaria della nostra squadra avversaria è la squadra da tifare…

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

francobolloD’accordo, non sarà un motto etico, mirabile, apprezzato dal miglior De Coubertin, ma qualche volta nello sport, come in guerra, bisogna saper fare pessimo viso a cattivo gioco (!)… soprattutto se lo sport è il calcio ed è tempo di mondiali. Proprio così, quando si tratta di mondiali e noi ci ritroviamo impossibilitati a difendere i colori della bandiera, la squadra avversaria della nostra squadra avversaria è la squadra da tifare.

Nello specifico, è chiaro che il nostro palmares mondiale avrebbe molto a soffrire da una nuova vittoria della Coppa da parte del Brasile, dell’Argentina, della Germania… Ne deriva che dobbiamo sostenere quelle buone squadre di seconda categoria che abbiano qualche chance di vincere (ma anche se non ce l’hanno), la cui vittoria non risulti un intralcio per la nostra gloria futura (si fa per dire).

A oggi le squadre che a mio avviso vanno supportate da noi italiani sono Portogallo, Russia, Messico e pure l’Islanda che se si portasse a casa questa coppa ci permetterebbe di ritrovare un attimo di quell’orgoglio calpestato dal renzismo al tempo della nostra eliminazione dalla finale, e dunque persino di sbeffeggiare i nostri diretti competitor all’insegna del mitico motto: “Ah, se ci fossimo stati noi!”.

Esagero?! Magari fosse! Il fatto è che più la competizione va avanti più diventa difficile girare la faccia dall’altra parte, dimenticare l’onta subita! Non è sportivo pensarlo, non è decoubertiano scriverlo, ma dobbiamo augurarci che le tre grandi già citate perdano di brutto… Non sono politically-correct? Non sono sportiva? Embe’? Mica scrivo per “Repubblica” io, questo è un giornale serio e il mio scritto fa diretta equazione con il mio pensiero. Ah, la godurida d’intelletto applicata anche agli scandali renzisti sportivi, una impossibilità socioculturale ed editoriale nelle redazioni italiane!

Rina Brundu

Advertisements

Regala i noltri libri a Natale. Acquistali qui, risparmia!