Advertisements
PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

Filosofia dell’anima – Omaggio. In morte di Alberto Mieli

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

shoah

One Living Word by Abba Kovner

No more willful silences.
No more verbal contact,
he who loved to listen to so many
will never again hear his own voice among them.

He will sit with his friends over talk
from now on under constraint.
The talk. The thoughts. The friends.
And as he listens through
the secret door
he will turn his inner ear
to the dark mumur: Son of man,
all this
and all this
never was
and never will be
as good as
one living word.[1]

 

[1] Una parola viva

Non più volenterosi silenzi.

Non più contatto verbale,

colui che amava ascoltare i tanti

non sentirà mai più la sua voce in mezzo a loro.

 

Si siederà con i suoi amici per discorsi

d’ora in poi costretti.

I discorsi. I pensieri.  Gli amici

E mentre ascolta attraverso

la porta segreta

porgerà l’orecchio interiore

al segreto sussurro: figlio dell’uomo,

tutto questo

e tutto questo

non è mai stato

e mai sarà

buono come

una parola viva.

Traduzione Rina Brundu, 7 febbraio 2018

(Tratto da “Sulla natura del male”)

mirroring-2968578_960_720

 

Advertisements

Regala i noltri libri a Natale. Acquistali qui, risparmia!