Advertisements
CONTROCORRENTE. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

Ma la bronchite inibisce il gene antirenzista? Se così fosse, un veterinaio subito, please!

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

 

DSC04896.JPG

Avventura sul Passo di Correboi innevato meno di tre settimane fa...

di Rina Brundu.

“Ha bisogno di un medico?” mi hanno chiesto due carabinieri molto gentili all’aeroporto di Alghero. “No, no, grazie, è che quando ero in Sardegna mi sono presa la bronchite” ho risposto e sono sgusciata via. Naturalmente ero ancora in Sardegna ma vista la situazione non era il caso di mettere i puntini sulle “i”, non quando mi muovevo per tutto l’aeroporto spargendo germi ovunque. Che a un certo punto ho pure tentato di far abortire sul nascere gli attacchi spasmodici di tosse, ma a volte mi riusciva e a volte no. Il fatto è che viaggiando da un quarto di secolo le ho viste tutte e ormai mi metto quasi nelle scarpe degli infaticabili agenti ai controlli: e se stessi trasportando a mia insaputa un’arma di distruzione di massa in forma di batteri vari e avariati? Nulla da ridere, con typhoid Mary inziò proprio così e tutti sappiamo come è andata a finire.

 

Il fatto è che questa bronchite mi accompagna da circa un mese ormai e comincia a diventare noiosa. Non ho pazienza con le malattie, anche se è davvero brutto dirlo. Per la verità ho meno pazienza con le mie malattie che con quelle degli altri. Per un altro adotterei ogni cura, ogni cautela, ogni gentilezza, ma non con me stessa dalla quale mi aspetterei di essere sempre “up and running”.

L’aspetto peggiore di questa bronchite e il venir meno delle forze, il sentirsi “dizzy” si direbbe qui, come si dice in italiano non lo ricordo e non intendo andare a cercarlo. E poi c’è la tosse, l’udito ridotto e il resto: sciocchezze, insomma, mica una malattia seria! L’aspetto che però mi fa arrabbiare di più, è che questo dannato malanno ti toglie anche ogni forza di incazzarti come bisognerebbe, come per esempio quando vedi i soliti articoli inneggianti all’inciucio pentastellato-PDR sul giornale di Travaglio e vorresti urlare. Poi a momenti non te ne frega niente e a quel punto il dubbio che la malattia stia inibendo il gene antirenzista in te ti coglie: aiutoooooooooo, se così fosse, un medico subito, please! Va bene anche un veterinario, basta che mi si sopprima nell’immediato!”

Che se ci mancano dati geni e meglio morire hic et nunc, così come meglio sarebbe morire all’istante prima di vedere i pentastellati che abbiamo sostenuto per tre lunghi anni su questo sito, andare a braccetto con gli avvoltoi teleguidati dal ducetto di Rignano, nell’attesa di vedere l’avvoltoio degli avvoltoi, il tal Franceschini, che siede sulla poltrona della Presidenza della Repubblica: orrore!! Che a ben guardare questa bronchite infinita potrebbe pure essere causata dal renzismo di ritorno che si legge su “Il Fatto Quotidiano”, e mi pare già di sentirlo il parere del medico che, se non fossi evidentemente allergica ai medici, consulterei: “Stia lontana dal pseudo-giornalismo e dalla pseudo-politica italiana; stia lontana come la peste da questo Travaglio convertito sulla via di Rignano e di Laterina, o sarà la fine”.

La fine? La fine di che? Nel mio ultimo respiro accompagnato da un anatema contro quella casta politica immonda starà il mio vero inizio, sic!

 

 

Advertisements

Chiudiamo Wikipedia. Non si lucra scaltramente sull’impegno di intelletto!