Advertisements
CONTROCORRENTE. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

Ricominciamo da Di Battista (1) – Se l’incravattato Di Maio si fa superare anche da Salvini in antirenzismo e in leadership carismatica…. Sulla sorpresa “Corriere” meglio de “Il Fatto Quotidiano”!

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

 

salvini

Screenshot dal corriere.it

Sono tempi in cui siamo costretti a cambiare posizioni mediatiche e politiche velocemente. Per esempio, dopo cinque anni in cui avevamo evitato come la peste giornaloni come il “Corriere della Sera” fontaniano, renzista per formazione ed elezione, in conseguenza della recente “virata” del giornale di Travaglio in direzione di Rignano, nostro malgrado siamo stati quasi costretti a tornare con la coda tra le gambe verso via Solferino. Ahimè!, anche questo può accadere in una nazione afflitta da una crisi informazionale epocale, laddove tutto si fa tranne che notizia deontologicamente ispirata.

 

Mio malgrado questo è pure ciò che è successo a me in questi giorni, laddove stanca di vedere, tra le pagine de IL FATTO QUOTIDIANO, poster giganti inneggianti all’inciucio pentastellato con gli avvoltoi renzisti, e un Di Maio tutto compreso e tutto incravattato apparentemente incapace di lottare contro l’input travaglico, ho infine deciso di leggere le “ultime” sul Corriere.

Sorpresa delle sorprese che ti trovo? Un Corriere anche questo tappezzato da poster giganti ma sui quali campeggiava la figura di Salvini che lanciava strali contro Berlusconi e un possibile accordo con il PDR! Urka: cosa si potrebbe volere di più? Un leader determinato e magari vestito normale? Ecco dunque il Salvini sfilare con la sua simpatica fidanzata che non se la tira, mentre insieme formano una coppia quasi radical-chic d’altri tempi nella loro normalità!

Domanda: ma perché il M5S non può avere tutto questo? Perché non possiamo avere un leader altrettanto antirenzista e antirenzusconico, nonché vestito come si conviene a un ragazzo dei nostri tempi? Non lo so… certo è che se Di Maio non è evidentemente in grado di dare risposte ai suoi elettori, ma vive succube degli input travaglici e repubblichini, il tempo di cambiare leadership per i pentastellati non dovrebbe arrivare mai troppo presto.

Detto altrimenti… ricominciamo da Di Battista da dove forse avremmo dovuto cominciare anche prima, ma questa è un’altra storia, già raccontata….

Rina Brundu

Galleria Fotografica Salvinica

(screenshots dal corriere.it)

salvinisalviniisoardiisoardipdr2

Advertisements

Chiudiamo Wikipedia. Non si lucra scaltramente sull’impegno di intelletto!