Advertisements
PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

Berlusconi un paio di giorni fa: “In confronto a Salvini anche Di Maio è uno statista”. Riflessioni su una debacle politica storica! Abbiamo un governo (quasi) e un Renzusconi all’Opposizione: cosa si potrebbe volere di più?

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

 

girl-2940655_960_720.jpgAdesso si lamenta, ma in realtà Berlusconi non gliene ha fatto passare una a Salvini e fino a poche ore fa lo ha trattato come la sguattera del Guatemala di renzistica memoria. Ma, infine, il tanto atteso redde-rationem per il berlusconismo padronale e incapace di rinnovarsi è arrivato e, incredibile a dirsi, il colpo di grazia gliel’ha dato proprio quel Salvini tanto maltrattato dal signore di Arcore!

L’oracolo (fallito) di Delfi-Arcore Renato Brunetta….

Una giornata terribile, dunque, non solo per Berlusconi ma anche per il fedelissimo Brunetta che prima si è presentato da Mentana a proclamare che il candidato del centrodestra per il Senato era Paolo Romani e poi, dopo neppure un’ora, è dovuto tornare indietro con la coda tra le gambe per parlare di “atto ostile” della Lega Nord.

Di buono, per i resto dell’Italia, dal Nord al Sud, c’è che sciolto questo “nodo” che si trascinava da tempo, adesso la strada è finalmente spianata per quel governo M5S-Lega che dovrà cambiare la legge elettorale, mandare il Renzusconi all’Opposizione e poi, possibilmente, cancellarlo dalla carta politica italiana, infine aprire la strada ad un cambiamento della nostra politica, della nostra cultura e della nostra Patria as-a-whole, in meglio.

Si tratta di un momento storico, appunto, e sicuramente atteso dalla miglior parte del nostro Paese che ha combattuto fieramente per ottenere questo risultato nonostante gli editori impuri Berlusconi e De Benedetti, insieme ai loro scagnozzi mediatici (il direttore dell’Espresso in questo stesso momento sta dicendo in tv che un tal governo sarà impossibile, sic!), abbiano remato contro in ogni modo.

Il mondo è davvero cambiato, finalmente si può quasi toccare con mano il significato dell’assioma che vuole che la “sovranità appartiene al popolo” e non si può che essere orgogliosi di appartenere ad una nazione che ha saputo ottenere questo risultato con la sola forza della lotta politica. Non è da tutti e anche questo pregio va riconosciuto agli italiani, insieme alla certezza che da oggi in poi noi siamo tutti uomini e donne più liberi di un mondo sicuramente migliore.

Rina Brundu (in un giorno da ricordare)

PS Goduria pazzesca, anche in virtù delle tante battaglie fatte da questo sito in questi ultimi cinque anni contro la corruzione politica e gli scandali renzisti che ci hanno infangato come cittadini, come esseri raziocinanti e come comunità valida e moderna.

Advertisements

Regala i noltri libri a Natale. Acquistali qui, risparmia!