Advertisements
CONTROCORRENTE. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

4 marzo 2018. Votiamo Cinque Stelle, facciamo la Storia, cambiamo l’Italia! Alfonso Bonafede: “In Italia ci sono troppi cittadini che avvertono la solitudine dell’onestà”.

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

flag

Ricordiamoci, insomma, che è adesso o mai più. O, peggio, che se quei signori che hanno rovinato il nostro Paese negli ultimi trenta anni, che lo hanno ridicolizzato urbi et orbi, dovessero essere rieletti, dovessero vincere, bisognerà rispettare comunque quel loro governo perché noi non siamo barbari anarchici. Ne deriva che prima di votare bisogna pensarci bene, così come bisogna capire che senza onestà, senza regole, che sono le conditio-sine-qua-non per fare Politica, per trattare e amministrare il denaro altrui, non si va da nessuna parte.

L’esempio Roma è mirabile. Sappiamo tutti infatti dei problemi che ci sono ancora in quella città (così come in tante altre città italiane), ma almeno adesso sappiamo che nell’Urbe non si ruba con l’avallo degli amministratori, e questa è davvero una cosa grande. Un modello da esportarsi su tutto il territorio nazionale, che faccia da perno per la nostra etica civile e politica futura.

Stanotte, pensa tu!, ho sognato prima Renzi poi Berlusconi. Il Renzi era in versione “povera”, indossava un maglione nero che gli stava troppo largo, parlava, parlava, ma poi è sparito all’improvviso, non l’ho visto più! Berlusconi invece l’ho sentito dire la parola “miracolo”, la mia speranza è che il termine fosse tratto da una sua frase tipo: “Ci vorrebbe un miracolo perché si vinca!”.

Perché che vinca Berlusconi può interessare solo a lui e al massimo alla sua corte starnazzante, ma che vinca l’Italia è interesse di tutti. Quindi domenica votate Cinque Stelle o, altrimenti, per i prossimi cinque anni abbiate la cortesia di non lamentarvi più, di non lamentare la corruzione, la mafia, gli scandali renzisti, nulla di nulla perché chi è causa del suo male deve piangere solo se stesso! D’altro canto non è giusto neppure far ricadere gli effetti del nostro masochismo sugli altri, e anche questo aspetto andrebbe ben considerato.

Buon voto a tutti, adesso è il tempo del silenzio, che si adatta al meglio anche a questa Irlanda ammantata di neve e chiusa per neve, vittima di Emma (no, non la Bonino, solo una tempesta nevosa)! Peraltro dalle 4 di oggi siamo anche sotto coprifuoco: che esagerati!

Rina Brundu

PS Chi volesse continuare a votare i sondaggi per il nome del futuro Premier li trova sempre qui, con il primo che evidentemente tira più dell’altro e Luigi Di Maio in netta ripresa. Nel secondo quei pochi voti a Renzi li considero mera insolenza… sic!:).

 

LA LISTA COMPLETA DEI CANDIDATI MINISTRI M5S

Affari regionali, rapporti con Parlamento e democrazia diretta: Riccardo Fraccaro.
Giustizia: Alfonso Bonafede
Pubblica amministrazione: Giuseppe Conte
Sviluppo Economico: Lorenzo Fioramonti
Politiche Agricole: Alessandra Pesce
Lavoro: Pasquale Tridico
Ambiente: Sergio Costa
Sport: Domenico Fioravanti
Economia: Andrea Roventini
Sanità: Armando Bartolazzi
Esteri: Emanuela Del Re
Interni: Paola Giannetakis
Difesa: Elisabetta Trenta
Infrastrutture: Mauro Coltorti
Istruzione: Salvatore Giuliano
Qualità della Vita: Filomena Maggino
Beni culturali: Alberto Bonisoli

inglese

Il bellissimo discorso in inglese della Del Re… mica come Alfano!

Advertisements