Advertisements
CONTROCORRENTE. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

4 marzo 2018, cambiamo l’Italia (88) – Sull’intimidazione agli italiani di tanti coglioni politici e mediatici.

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

junker.jpgA volte, io credo, bisogna avere il coraggio della verità in salsa dialettica decisa, anche perché tale “verità” non sarà mai infamante quanto l’offesa nascosta nell’arte retorica scaltra.  Per esempio, quando un signor Juncker qualunque, pagato con i soldi dei cittadini europei, e dunque anche degli italiani, nel mezzo della campagna elettorale di un Paese che non è il suo, se ne viene fuori con esternazioni come: “Prepariamoci a governo non operativo”, le “offese” al nostro popolo contenute in quella frase apparentemente innocua non sono poche, ed è inutile ribadirle qui. Domande: a che titolo è intervenuto costui? E chi gli ha chiesto parere?

Che poi, a volte, le offese e le intimidazioni sono tutte interne e sono di diversa tipologia: politiche, mediatiche, e politico-mediatiche. L’ultima categoria però è sicuramente quella preferita dal nostro Servizio Pubblico Rai, dai giornaloni di regime, e da infinite altre pedine, più o meno interessate, che in questi ultimi dieci giorni di campagna elettorale corrono come galli senza testa da un punto all’altro dell’aia, terrorizzate dall’idea di dover dare per sempre addio al cadreghino politico che, in molti casi, li fa campare!

L’offesa delle offese è tuttavia data dal reiterato far finta – azionato con ammirevole dedizione da codesti peculiarissimi attori – che il mondo stia muovendo nella direzione arditamente desiderata dal loro inveterato “wishful thinking” (risultato ottenuto ignorando platealmente che due su tre italiani potrebbero avere una idea diversa), un poco come faceva il ducetto di Rignano che fino a mezz’ora prima di conoscere il risultato dell’infausto (per lui) Referendum costituzionale, continuava a dire che i sostenitori del SI se la sarebbero giocata, che i sondaggi davano il SI e il NO appaiati.

Intimidazione! Anche questa è intimidazione bella e buona, insolente, contro la volontà di un popolo, esattamente come lo è il far ricorso all’usato trucchetto di menzionare lo spettro dei “mercati”. Eh già!, perché nel mondo dei traders, dei Soros, dei Walter Buffett e compagnia, sono tutti coglioni e staranno già correndo ad investire nella company che fa le pentole vendute dai berlusconici e dai renzisti in questi giorni!

Coglioni!, non i “traders” dunque, ma loro, gli altri su citati… perchè come ho già detto il coraggio della verità in salsa dialettica decisa premia, sempre!

Rina Brundu

Advertisements